Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Vigevano

Marco Pozzati: una raccolta fondi per Madre Amabile (dove è cresciuto) ricorda il ventiquattrenne scomparso

I funerali dell'artista di 24 anni saranno la prossima settimana. Tantissime le iniziative per ricordarlo

Davide Maniaci

Email:

dade.x@hotmail.it

15 Settembre 2022 - 21:53

Marco Pozzati: una raccolta fondi per Madre Amabile (dove è cresciuto) ricorda il ventiquattrenne scomparso

Un graffito lo ricorda in via Diaz

Marco Pozzati ha passato molti anni della sua infanzia presso Madre Amabile, comunità a Vigevano che accoglie i bambini in difficoltà. Per questo l’iniziativa spontanea dei tanti amici che lo piangono convergeva da subito in una direzione: allestire una raccolta fondi in sua memoria a beneficio di questa comunità di accoglienza. Il link è già disponibile tramite la piattaforma Paypal. Madre Amabile ha ricevuto nello scorso fine settimana altri mille euro grazie al memorial di pesca dedicato a Paolo Rimola, centauro mortarese deceduto in pista nel 2019. Si è tenuto a San Pietro Mosezzo, nel Novarese.

Marco Pozzati lascerà un ricordo indelebile

Il ricordo, e la solidarietà.

Marco Pozzati, 24 anni, studente, cameriere e artista conosciutissimo a Vigevano, è deceduto il 3 settembre a Nizza durante una vacanza, investito da un’auto. Il dolore e il cordoglio, trasversali, dei giorni successivi sono stati enormi. Gli amici hanno organizzato un momento di ritrovo lunedì scorso a Ticino, presso il Ramo delle Streghe, per ricordarlo, portando anche oggetti che gli appartenevano. E poi c’è questa raccolta fondi: chiunque può donare la cifra che ritiene, per sostenere un luogo (Madre Amabile) che per il ragazzo ha rappresentato per tanto tempo la stabilità e l’amore grazie agli operatori. Si accede tramite il link https://www.paypal.com/donate/?hosted_button_id=F8SVRK523ZKGY.

Un mazzo di fiori sulla riva del Ticino ricorda Marco: alla commemorazione c'erano più di 50 amici


I funerali religiosi di Marco Pozzati si terranno probabilmente la prossima settimana, anche se non c’è una data. L’unica parente prossima a lui vicina è una zia paterna. In questi giorni si recherà a Nizza per sbrigare le ultime pratiche assistita da un legale, l’avvocato Gisella Trombin di Mortara, per chiarire la dinamica che ha portato alla morte del ragazzo. La vettura, come riferito dai testimoni, andava veloce. Lui attraversava la Promenade des Anglais su uno skateboard. L'autopsia sulla salma è già stata effettuata. In seguito, verrà cremata.

Marco Pozzati in una posa "artistica"

Il murale in sua memoria.

Presso la sede dell’associazione culturale Laroom, in via Diaz, un murale commemora Marco. Si tratta del restauro effettuato dall’artista vigevanese Ale Puro di un graffito già esistente, che ora lo ricorderà in eterno grazie all’aggiunta del titolo del libro di poesie di Pozzati, “Ad animo scoperto”. Sarà inaugurato sabato 17 settembre in concomitanza dell’open day dei corsi di Laroom. «Era molto vicino all’associazione – le parole del responsabile Alessandro Carnevale – e così potrà rimanere con tutti noi, per sempre».

Il murale a Laroom che ricorda Marco

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400