Oltre 5 mila a Pavia le imprese under 35

Al via il network nazionale degli Sportelli per l'imprenditorialità giovanile delle Camere di commercio per offrire più servizi e offrire opportunità per combattere la disoccupazione

administrator

13 Maggio 2014 - 15:04

Oltre 5 mila a Pavia le imprese under 35
Sono 5.201 le imprese under 35 iscritte alla Camera di Commercio di Pavia. Nel 2013 le nuove iscrizioni sono state 486 con un tasso di crescita del 8,83% che porta il peso delle imprese giovani pavesi sul totale delle imprese attive della nostra provincia al 10,62%.
Numeri davvero importanti che collocano Pavia al quinto posto in Lombardia come numero di imprese under 35, subito dopo Milano, Brescia, Bergamo. Monza e Brianza e Varese.
"Un dato quanto mai significativo e confortante - afferma il presidente della Camera di Commercio di Pavia Giacomo de Ghislanzoni Cardoli - che ci offre l'immagine positiva di una provincia che sta reagendo alla crisi. Il lavoro e le iniziative che abbiamo avviato in questi anni, dai corsi Start agli incontri di orientamento con le scuole superiori che ogni anno  ci consentono di entrare in contatto con 800 studenti, stanno dando i loro frutti"
A partire da lunedì è attivo il network nazionale degli Sportelli per l'imprenditorialità giovanile delle Camere di commercio. Un'iniziativa particolarmente importante in un Paese come il nostro, in cui la disoccupazione giovanile ha superato il 40% e si registra un dato record quanto ai giovani neet (circa un milione e mezzo di 15-24enni, pari quasi a un quarto di questa fascia d'età, che non studiano né lavorano), con elevati tassi di abbandono scolastico-formativo.
D'altro canto, è un fatto che l'impresa piace ai giovani. Tra il 2012 e il 2013 in Italia sono infatti quasi 71mila in più le imprese guidate da giovani under 35, con una crescita pari al 10,48%.
Nella provincia di Pavia lo Sportello gratuito "Punto Nuova Impresa" svolge le seguenti attività: informazione, orientamento, formazione per la redazione del business plan, assistenza personalizzata per la sua stesura. Si tratta, evidentemente, di un contributo concreto e fattivo che Unioncamere e le Camere di commercio italiane sono pronte a mettere a disposizione per il rilancio dell'occupazione giovanile

E' possibile prenotarsi (su appuntamento) presso la sede di Paviasviluppo - Corso Strada Nuova 47/d - Cupola Arnaboldi - Pavia dal lunedì al giovedì dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e dalle ore 14.30 alle ore 15.30; venedìi dalle ore 8.00 alle ore 13.00.
La nuova rete (www.filo.unioncamere.it/giovani)  mette a disposizione dei giovani un servizio gratuito dedicato espressamente a quanti vogliono creare una nuova impresa. Il servizio delle Camere di commercio prevede  un'offerta mirata e integrata di attività di orientamento, formazione, assistenza, accompagnamento e supporto indirizzata a rispondere ai diversi bisogni dello start up e post-start up, favorendo anche l'accesso a strumenti di credito e microcredito o agli incentivi pubblici nazionali e regionali, per valorizzare le opportunità occupazionali legate al lavoro indipendente.
Unioncamere, a partire dal 2012, allo scopo di mettere a sistema, integrare e diffondere le esperienze presenti sul territorio, ha creato il portale FILO (www.filo.unioncamere.it), nel quale è presente  un focus specifico diretto a chi vuole "mettersi in proprio". Più precisamente, gli Sportelli camerali per l'Autoimprenditorialità giovanile potranno operare in partnership e in raccordo con gli altri soggetti delle reti territoriali per i servizi d'istruzione, formazione e lavoro, svolgendo la funzione di punti di servizio all'utenza nelle varie realtà territoriali.

71mila imprese giovanili in più nel 2013, 486 in provincia di Pavia
Poco meno di 653mila imprese, oltre 130mila iscrizioni anche in un 2013 di crisi, un tasso di crescita del 10,48% (pari a circa 71mila imprese giovanili in più rispetto al 2012) e un'incidenza sul totale del sistema produttivo che sfiora l'11%.
Questa la fotografia dell'impresa giovanile scattata dall'Osservatorio di Unioncamere, dalla quale emerge un universo in grande movimento da Nord al Sud del Paese. La voglia di fare impresa dei giovani è numericamente più elevata in alcune delle regioni ad alto tasso di imprenditorialità (oltre 9mila quelle create in più nel 2013 in Lombardia, Lazio e Campania), ma assume connotati di intensa dinamicità anche in regioni più piccole, come il Trentino Alto Adige e il Friuli Venezia Giulia, che nella graduatoria per tasso di crescita sono precedute solo dal Lazio (dove le imprese degli under 35 crescono addirittura del 14,45% nel 2013 rispetto al 2012) e - partendo da numeri molto contenuti - dalla Valle d'Aosta.
Nella provincia di Pavia, il saldo tra iscrizioni e cessazioni delle imprese è pari a 486 con una crescita del 8,83% nel 2013 rispetto al 2012.
Sono le regioni del Mezzogiorno, tuttavia, quelle nelle quali l'impresa sembra rappresentare un'alternativa al lavoro dipendente per chi ha meno di  35 anni. In Calabria, Campania e Sicilia, infatti, la pattuglia dei giovani capitani d'impresa supera o sfiora il 15% del totale delle attività presenti sul territorio, in Puglia raggiunge il 13%, nel Molise e in Basilicata sfiora il 12%. Sul fronte opposto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige, dove la componente giovanile costituisce circa l'8% del totale.
Sebbene il 73% delle imprese giovanili abbia la forma giuridica più semplice di ditta individuale, in sensibile crescita appaiono le più strutturate società di capitali: supera le 18mila unità il saldo tra iscrizioni e cessazioni nel 2013 per questa forma giuridica, con un tasso di crescita pari quasi al 20%.
Commercio, Costruzioni e Attività di alloggio e ristorazione concentrano a fine 2013 il maggior numero di attività gestite da giovani imprenditori, ma, in termini di incidenza percentuale sul totale delle imprese, i capitani d'impresa under 35 raggiungono quasi il 15% delle imprese registrate negli Altri servizi, settore al quale appartengono le attività di riparazione di beni personali e i Servizi per la persona. Oltre alla cospicua incidenza anche nel settore dell'Alloggio e ristorazione, le imprese giovanili appaiono percentualmente più consistenti anche nel Noleggio, agenzie di viaggio e servizi di supporto alle imprese e nelle Attività finanziarie e assicurative.

Per informazioni rivolgersi a:
PUNTO NUOVA IMPRESA - PAVIASVILUPPO
Azienda Speciale della Camera di Commercio di Pavia
C.so Strada Nuova 47/d
27100 Pavia
E-mail: biffi@pv.camcom.it
Tel. 0382/393.235- 393.271- Sito internet: www.pv.camcom.it


Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Tempo libero

"Vigevano Photo Friends", quarta edizione

"Vigevano Photo Friends", quarta edizione

mostra collettiva

"Bacco al Portone" con il gruppo "Zefiro Ensemble"

"Bacco al Portone" con il gruppo Zefiro Ensemble

A Vigevano

A Vigevano il "Rolling Truck Street Food Festival"

A Vigevano il "Rolling Truck Street Food Festival"

ieri l'inaugurazione

Brughiera in festa: il grande spettacolo pirotecnico

Brughiera in festa: il grande spettacolo pirotecnico

sabato sera

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Domenica al teatro Cagnoni

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

Al teatro Cagnoni

La vigevanese Carolina Stramare eletta Miss Lombardia

La vigevanese Carolina Stramare eletta Miss Lombardia

Il titolo

“Artificio di Coscienza”, premiato a Madrid il corto sulla violenza alle donne

“Artificio di Coscienza”, premiato a Madrid il corto sulla violenza alle donne

cinema

PaoloMorabito

Le storie di Zeno nel nuovo libro di Paolo Morabito

#Vigevano, il veterinario-scrittore lancia il crowfounding per il prossimo romanzo