l'evento

Imprese, porte aperte agli studenti

Il Pmi Day da Moreschi, Sagitta e Sipol con i ragazzi del Caramuel

Bruno Ansani

23 Novembre 2019 - 13:28

Pmi Day Moreschi

Gli studenti dell'istituto Caramuel al calzaturificio Moreschi

VIGEVANO - Le piccole e medie imprese di Confindustria Pavia hanno aperto  le porte ai giovani studenti degli istituti
superiori. Anche le imprese vigevanesi (Moreschi, Sagitta e Sipol) hanno deciso di aderire all'evento di
avvicinamento dei giovani al mondo del lavoro. “Un avvicinamento a una realtà che di solito è chiusa al grande pubblico ma che, per un giorno, decide di mostrarsi: un ambiente creativo, fatto di passione e di sacrificio, ma anche di dignità e di soddisfazioni”, racconta Gianni Quartiroli, presidente della Piccola Industria di Confindustria Pavia. Venerdì gli studenti dell'istituto Caramuel di Vigevano si sono recati nelle aziende.

Ecco le dichiarazioni degli imprenditori.

Stefano Moreschi: "I giovani non sanno che cosa sia un’azienda oggi. E' comunque difficile poter entrare in una fabbrica e capire quali siano le mansioni, quale il tipo di lavoro. Probabilmente c'è una idea sbagliata di quello che è il lavoro in fabbrica, può essere un lavoro bello e stimolante, ma tutto dipende dalla cultura aziendale. Col passare degli anni sicuramente la formazione che hanno i giovani oggi è più vicina alla preparazione che le aziende richiedono e alla cultura d'impresa. Oggi, anche con gli stage, e le ore di alternanza, i ragazzi riescono a capire e approcciare meglio il mondo del lavoro".

Roberto Ferrari (Sagitta): 

"Bisogna avvicinare i ragazzi alle imprese, importante far capire loro cosa succederà dopo il diploma o la laurea, perché nel nostro settore abbiamo bisogno sia di laureati che di diplomati. Abbiamo bisogno di personale sempre più specializzato e attento al mercato. Dopo la scuola si ricomincia da zero, mettendo da parte tutto ciò che si è imparato e affrontando e confrontandosi con nuove realtà." “Le aziende hanno bisogno estremo di persone che siano in grado di mettersi in gioco da subito. Avvicinare scuola e impresa è difficile, certo. La formazione è importante, ma deve andare di pari passo con l'impegno, la passione e l'aggiornamento continuo".

Massimo Cattaneo (Sipol): “A livello italiano il grosso del contributo industriale al PIL è legato alle PMI, a maggior ragione a livello territoriale. E ha dunque ancora ha più senso coinvolgere i giovani in quella che sarà la loro vita professionale, ma che sarà anche il loro percorso umano. Tutti siamo stati studenti e ricordiamo il fatto che non siano chiare le finalità ultime del nostro percorso a volte accidentato. Per quel che riguarda la formazione professionale, gli aspetti teorici andrebbero accorpati sempre di più ad elementi e competenze pratiche”.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

L'avvio della Fase 2 a Pavia

L'avvio della Fase 2 a Pavia

Remondò, pensionato muore dopo essersi dato fuoco

Remondò, pensionato muore dopo essersi dato fuoco

Il video

Tre video per ricordare i 75 anni della Liberazione

Tre video per ricordare i 75 anni della Liberazione

festa della liberazione

Distribuzione mascherine gratuite a Pavia

Distribuzione mascherine gratuite a Pavia

Con "Foglie al gelo" la SMG band sostiene la raccolta fondi per l'ospedale

Con "Foglie al gelo" la SMG band sostiene la raccolta fondi per l'ospedale

l'iniziativa

Pavia, la S. Messa dalla Cattedrale e la benedizione da Piazza Vittoria

Pavia, la S. Messa dalla Cattedrale e la benedizione da Piazza Vittoria

oggi domenica 29 marzo

Coronavirus: quali effetti sul commercio?

Coronavirus: quali effetti sul commercio?

ascom pavia

Pavia-Hildesheim, 20 anni di gemellaggio

Pavia-Hildesheim, 20 anni di gemellaggio

pavia

Davide Ferro: "Un messaggio di positività"

Davide Ferro: "Un messaggio di positività"

L'intervista video