coronavirus

Industriali e sindacati chiedono interventi per la nostra provincia

Incontro tra Confindustria e Cgil, Cisl e Uil

Bruno Ansani

06 Marzo 2020 - 15:31

Industriali e sindacati chiedono interventi per la nostra provincia

Si è tenuto giovedì un incontro tra Confindustria Pavia, CGIL Pavia, CISL Pavia-Lodi, UIL Pavia. Erano presenti, in teleconferenza, il presidente di Confindustria Pavia, Nicola de Cardenas, il vice presidente Davide Caprioglio, il direttore Francesco Caracciolo, il responsabile delle relazioni industriali Andrea Viola, Debora Roversi (CGIL),Elena Rita Maga (CISL), Carlo Barbieri (UIL). Al termine n comunicato congiunto con il quale si chiedono "interventi per evitare gravi sofferenze nel tessuto economico della provincia. Occorre inoltre che vengano intraprese dal Governo iniziative diplomatiche e di comunicazione a livello internazionale per evitare penalizzazioni delle imprese pavesi nel commercio internazionale, legate a restrizioni non necessarie nella mobilità di merci e persone e alla diffusione di false notizie sull’operatività delle imprese". Le parti "pur esprimendo preoccupazione per l’impatto economico negativo su un territorio già segnato da una perdita di competitività, le parti hanno apprezzato in modo condiviso la capacità di reazione di cui stanno dando prova, con senso di comunità, le lavoratrici, ilavoratori e le imprese della provincia, cui va un sentito ringraziamento per il senso di responsabilità, la coesione e il coraggio che stanno dimostrando. L’elemento positivo, che sta emergendo, è quello di un rinnovato spirito di coesione sociale, una sorta di comunità ritrovata, che si rinsalda nell’affrontare il coronavirus".

Qui di seguito il testo integrale del comunicato.

Pavia, 5 marzo 2020 - Ieri si è tenuto un incontro tra Confindustria Pavia, CGIL Pavia, CISL
Pavia-Lodi, UIL Pavia. Erano presenti, in teleconferenza, il presidente di Confindustria
Pavia, Nicola de Cardenas, il vice presidente Davide Caprioglio, il direttore Francesco
Caracciolo, il responsabile delle relazioni industriali Andrea Viola, Debora Roversi (CGIL),
Elena Rita Maga (CISL), Carlo Barbieri (UIL).
Nell’incontro è stata esaminata la situazione venutasi a creare con l’emergenza coronavirus
nella nostra provincia.
Le parti seguono con estrema attenzione l’evoluzione della situazione sanitaria e le sue
ripercussioni sull’attività economica e hanno convenuto di mantenere vivo nelle prossime
settimane un proficuo rapporto di collaborazione, in coerenza con il consolidato assetto
delle relazioni industriali in provincia, per affrontare in modo concertato le criticità che
potranno manifestarsi.
Pur esprimendo preoccupazione per l’impatto economico negativo su un territorio già
segnato da una perdita di competitività, le parti hanno apprezzato in modo condiviso la
capacità di reazione di cui stanno dando prova, con senso di comunità, le lavoratrici, i
lavoratori e le imprese della provincia, cui va un sentito ringraziamento per il senso di
responsabilità, la coesione e il coraggio che stanno dimostrando. L’elemento positivo, che
sta emergendo, è quello di un rinnovato spirito di coesione sociale, una sorta di comunità
ritrovata, che si rinsalda nell’affrontare il coronavirus.
Secondo Confindustria, le imprese, seguendo le direttive delle autorità sanitarie e in
collaborazione con esse, hanno adottato le opportune misure per la protezione della salute
di lavoratrici e lavoratori e per conciliarla, sia pur con difficoltà operative, con l’ordinario
svolgimento delle attività economiche e sono nella gran parte d ei casi pienamente
operative.
Vi sono tuttavia settori pesantemente penalizzati (ai quali è prevedibile se ne
aggiungeranno diversi altri) quali i trasporti, il turismo, il termale e singoli casi di criticità
legati alla diffusione delle quarantene, che richiedono un tempestivo e più importante
supporto, rispetto a quanto già è stato positivamente fatto finora, da parte del Governo e
della Regione, con misure quali il ricorso alla cassa integrazione in deroga, moratoria dei
crediti e sostegno alla liquidità, nonché sospensione dei termini degli adempimenti
tributari , anche al di fuori della zona rossa, come concordemente proposto dalle parti a
livello regionale. Riguardo le norme sugli ammortizzatori ordinari, è importante che i
periodi utilizzati ai fini dell’emergenza sanitaria, non siano conteggiati nelle durate
massime previste.
Tali interventi sono necessari ed urgenti per evitare gravi sofferenze nel tessuto economico
della provincia. Occorre inoltre che vengano intraprese dal Governo iniziative diplomatiche
e di comunicazione a livello internazionale per evitare penalizzazioni delle imprese pavesi
nel commercio internazionale, legate a restrizioni non necessarie nella mobilità di merci e
persone e alla diffusione di false notizie sull’operatività delle imprese. Dobbiamo
continuare ad agire misurando cautela e buon senso. Bisogna trovare un giusto equilibrio
tra il tentativo di attutire l’ansia generalizzata e la necessità di mettere in gioco misure atte
al contenimento.
Le parti desiderano inoltre esprimere un forte apprezzamento per tutte le operatrici e gli
operatori del sistema sanitario pavese, che sta dimostrando, in una situazione di
eccezionale difficoltà, una straordinaria capacità di tenuta, confermandosi come
indiscutibile eccellenza del territorio e patrimonio da valorizzare anche nella prospettiva di
un suo rilancio. Tutti insieme, il sistema sanitario, quello industriale, le lavoratrici e i
lavoratori, stanno affrontando un’emergenza che nessuno avrebbe potuto prevedere, e lo
stanno facendo a testa alta.
Le qualità morali di lavoratrici e lavoratori, la capacità di reazione delle imprese, la
coesione sociale e l’eccellenza del sistema sanitario sono importantissimi punti di forza che
le parti sono convinte consentiranno alla provincia di Pavia di superare anche questa
difficile prova.
Altresì consentiranno di ripartire con una nuova stagione di rinnovato dinamismo, che
resta un obiettivo imprescindibile a cui le parti confermano di voler tendere, e sul quale
intendono improntare le relazioni industriali in provincia.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

A Sartirana arriva il cinema all'aperto

A Sartirana arriva il cinema all'aperto

l'iniziativa

Mercatino del riuso a Mede

Mercatino del riuso a Mede

la novità

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

il sopralluogo

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

oggi a mede

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

pavia

Mede, festa in piazza per i diciottenni

Mede, festa in piazza per i diciottenni

ieri

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

natura

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

pavia

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

voghera