Atom, sicurezza e diversificazione

La produzione dell'azienda vigevanese (macchine per il taglio) si rivolge ora anche al settore medicale

Bruno Ansani

12 Giugno 2020 - 12:10

Atom, sicurezza e diversificazione

VIGEVANO - È ricominciata a pieno regime l’attività di Atom, storica azienda vigevanese, leader mondiale nella produzione di macchinari per il taglio di materiali non metallici. Una ripartenza subordinata all’applicazione di rigide misure di sicurezza: con il medico del lavoro e i responsabili della sicurezza dei lavoratori è stato infatti predisposto un protocollo che, sulla falsariga di quello nazionale, prevede non solo la misurazione della febbre all’ingresso, sanificazione delle aree comuni, lavoro su turni e smartworking a rotazione negli uffici, ma anche test sierologici per tutti i dipendenti. Fondamentale è stato del resto l’apporto di tutti i collaboratori, che, da subito, hanno lavorato fianco a fianco con l’azienda perché, insieme, si potesse superare il momento di emergenza, come spiega l’ingegner Angelo Rusconi, operation manager di Atom. «Abbiamo lavorato a lungo su questi aspetti, anche durante il periodo di lock down - racconta - Grazie agli ordini di macchine del settore medicale abbiamo avuto delle riaperture parziali, che ci hanno permesso di affrontare le diverse criticità relative alla sicurezza. Attualmente lavoriamo su due turni, con due gruppi distinti, con ingressi e spogliatoi separati. I test sierologici hanno dato esiti negativi. Alcuni dipendenti che avevano sviluppato gli anticorpi del Covid sono stati sottoposti a tampone, risultando comunque negativi. I test sierologici intendiamo ripeterli il mese prossimo». Priorità assoluta, dunque, alla tutela della salute, che, prima di ogni esigenza produttiva, ha guidato la riapertura degli stabilimenti produttivi di Vigevano e di Santa Maria di Sala (sede veneta di Main Group Technologies, uno dei marchi del gruppo Atom) che non aveva mai fermato completamente la produzione. Con 4 unità produttive e 9 filiali nel mondo, Atom deve però fare i conti con gli effetti della pandemia a livello globale e con un mercato di riferimento, quello del settore delle calzature e della pelletteria, ad oggi ancora molto in sofferenza. Ma l’azienda vigevanese, che non ha mai smesso di investire in ricerca e innovazione, ha le carte in regola per fronteggiare anche questa sfida: le tecnologie da taglio delle macchine Atom possono infatti trovare applicazione in moltissimi settori diversi, dalle guarnizioni al medicale (in quest’ultimo settore, i macchinari Atom sono ad esempio stati utilizzati per il taglio di visiere protettive ed altri DPI). Una strategia di diversificazione che sta permettendo all’azienda di trovare sbocchi commerciali alternativi e di guardare oltre all’emergenza, esempio perfetto di un’Italia che vuole ripartire e ricominciare a guardare con fiducia al domani.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

il sopralluogo

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

oggi a mede

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

pavia

Mede, festa in piazza per i diciottenni

Mede, festa in piazza per i diciottenni

ieri

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

natura

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

pavia

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

voghera

Trenini turistici, si torna a bordo

Trenini turistici, si torna a bordo

pavia

Teatro Fraschini, via ai restauri

Teatro Fraschini, via ai restauri

pavia