Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Mille euro a ogni lavoratore: il bonus della Intals di Parona

« Giusto dare un aiuto concreto ai nostri dipendenti e alle loro famiglie in questo momento di emergenza»

Bruno Ansani

Email:

bruno.ansani@ievve.com

11 Luglio 2022 - 17:30

Mille euro a ogni lavoratore: il bonus della Intals di Parona

La Intals di Parona e la Somet di Ambivere (Bergamo) sono aziende collegate, con circa 250 dipendenti complessivi. In questi giorni la proprietà ha deciso di distribuire un bonus di 1.000 euro a ogni dipendente. 

«Le emergenze che stiamo affrontando - si legge nel comunicato diffuso da Intals e Somet - oggi sono di carattere economico, e la proprietà delle due società ha ritenuto che fosse giusto dare un aiuto concreto ai propri dipendenti e alle loro famiglie, decidendo quindi per un bonus di mille euro a ciascuno di loro. La logica di questo gesto di solidarietà è esattamente quella che si avrebbe in una grande squadra, dove nei momenti di difficoltà ci si aiuta a vicenda e ognuno contribuisce secondo le proprie possibilità e attitudini. Dove non si è mai soli. Una squadra che funziona è un modello organizzativo vincente anche in ambito aziendale, un ambiente in cui si è felici di vivere e di lavorare». 

Una panoramica dello stabilimento Intals di Parona

Si fa riferimento anche al periodo della pandemia, quando «l’emergenza è stata soprattutto di natura sanitaria, e tutti i dipendenti di Intals e Somet hanno fatto la loro parte con grande coraggio e senso di responsabilità, continuando a lavorare visto che le due aziende non si sono potute fermare perché collegate alla produzione di beni essenziali». L'emergenza ora invece è economica e l'azienda ha deciso quindi di intervenire.

«Un elemento comune alle due aziende è la massima attenzione ai propri lavoratori - si legge ancora nella nota - nella assoluta convinzione che pur operando nel mondo dell’industria pesante, la risorsa determinante del proprio successo sia quella umana. Nonostante le grandi dimensioni, con più di 250 dipendenti, Intals e Somet sono due aziende ancora oggi possedute al 100% dalla famiglia del fondatore, Vincenzo Vedani. E nonostante l’adozione di modelli manageriali all’avanguardia, le dinamiche aziendali rimangono centrate sui rapporti umani prima ancora di quelli economici: per cui la fiducia, la condivisione e il rispetto precedono i più classici parametri di efficacia ed efficienza». 

Le lastre di alluminio riciclato stoccate in uno dei depositi Intals

Intals e Somet sono due aziende strettamente collegate, parti dello stesso gruppo industriale, dedicate al riciclo dell’alluminio. La loro attività rappresenta quindi una fase fondamentale dell’economia circolare, quella che la differenzia da qualunque altro modello del passato: «è infatti nella valorizzazione degli scarti di un ciclo economico, che invece di essere smaltiti come rifiuti vengono recuperati e trasformati nella materia prima di quelli successivi, che sta il punto di forza di questo nuovo paradigma», sostiene Intals. Le due società discendono da una storia imprenditoriale nata 120 anni e quattro generazioni fa, «una storia di successi che partendo da una piccola fonderia artigianale arriva alle realtà attuali: due aziende all’avanguardia, leader del proprio settore, con attività in tutto il mondo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400