#Vigevano, si apre stasera la rassegna Estate in Castello

Il concerto di Umberto Tozzi

Inizio alle 21, all'ombra della torre del Bramante.

Davide Maniaci

09 Luglio 2021 - 16:49

Il concerto di Umberto Tozzi

Umberto Tozzi

Inizia Estate in Castello col primo concerto, quello di Umberto Tozzi, stasera alle 21 sul palco montato all'ombra della torre del Bramante. Pubblichiamo l'intervista integrale al cantante, uscita su L'Informatore del 1° luglio. Organizza PromoterPv.

Non ci sono solo “Ti amo” e “Gloria”, successi intramontabili che hanno scandito la vita di diverse genera- zioni facendole ballare, sognare, innamorare. La scaletta del concerto a Vigevano prevede anche brani come “Gabbie” o “Fermati allo stop”, tracce meno note e mai eseguite dal vivo. «Canzoni - spiega Umberto Tozzi - che si prestano in chiave acustica: la novità di Songs, il mio nuovo tour, è proprio questa. Sia i più grandi successi sia chicche del repertorio con una nuova ed emozionante veste, acustica, accompagnato da tre musicisti».

«Durante le lunghissime fasi della pandemia - rivela il cantautore torinese, ora residente a Montecarlo - non vedevo l’ora di suonare, anche non accompagnato. Non importava se gli spettatori fossero 50, come quando avevo iniziato, 100 o mille. Chi è nato sul palco e ci ha passato la vita lo sa: suonare è un bisogno interno. E invece ero, come tutti, chiuso in casa soffrendo per le notizie dal Mondo». Noia, angoscia, creatività: proprio un anno fa è nata l’idea di un concerto in chiave acustica, poi diventato Songs, il tour vero e proprio. Le “prove generali” (delle quali esiste una bella recensione sul portale web www.terzobinario.it) sono state ad aprile, in un concerto allo sporting club di Montecarlo trasmesso in streaming, con cui Tozzi intendeva raccogliere fondi per sostenere le famiglie dello staff tecnico. Le “maestranze” ferme da mesi e mesi, dietro le quinte e certamente non milionarie. «Sembrava che il cantante si esibisse in una chiesa laica», tanto era il raccoglimento. «Un risul- tato bellissimo, evocativo». Accompagnato da Elisa Semprini, violino e cori, Daniele Leucci (percussioni) e Gianni Yanez Vancini, sassofonista, tastierista e “jolly”, Umberto Tozzi riscopre la gioia dell’esibizione live e un sacco di canzoni ben note ai fans accaniti, ma meno agli ascoltatori occasionali. «Sembra un sogno - prose-ue l’artista classe 1952 - poter immaginare di risalire su un palco e incontrare di nuovo le persone che saranno lì per me». La fine di un incubo. Umberto Tozzi dopo una carriera ultracinquantennale, non sembra per niente spaventato di cantare per una generazione che non è più la sua. «In realtà - rivela - sono abituato ad esibirmi per spettatori dall’età trasversale. Genitori e figli insieme, a volte nonni e nipoti. I tempi cambiano, e non è la prima volta. Un esempio è il 1987, dopo la vittoria del Festival di Sanremo di “Si può dare di più” con Gianni Morandi ed Enrico Ruggeri. Nel tour avevamo già notato il “ricambio generazionale”, i giovanissimi che venivano a vederci. Facce nuove. Si era aperto un decennio, quello successivo, pieno di sorprese ed emozioni». E così, mentre il sole adempiendo all’ultimo compito della giornata tingerà il cielo vigevanese di rosso e poi di nero, gente di ogni età si emozionerà, piangendo o sventolando gli accendini, sullo sfondo di brani indimenticabili, ancora una volta. I biglietti sono ancora disponibili su www.ticketone.it.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

“Storie di Vino": sabato sul Ponte Coperto  degustazioni di vino ed altre eccellenze

“Storie di Vino": sabato sul Ponte Coperto degustazioni di vino ed altre eccellenze

pavia

Mede, riapre il teatro Besostri

Mede, riapre il teatro Besostri

il concerto

Inaugurata la mostra fotografica "Grandangolo"

Inaugurata la mostra fotografica "Grandangolo"

pavia

Il compleanno? Si festeggia al museo

Il compleanno? Si festeggia al museo

pavia, kosmos

Cultura, chi si ferma è perduto...

Un momento del confronto, sabato 2 ottobre 2021

Cultura, chi si ferma è perduto...

il confronto

Davide Rhoss, l'artista che dipinge con il bitume

Davide Rhoss, l'artista che dipinge con il bitume

Nel video l'intervista con l'artista originario di Mede

Giornata uggiosa? C'è sempre il cinema!

Giornata uggiosa? C'è sempre il cinema!

i film in sala

Inaugurata oggi al Castello Visconteo la mostra "Fons Vitae"

Inaugurata oggi al Castello Visconteo "Fons Vitae"

pavia

Vigevano, il Leo Club dona il suo contributo al Progetto Blu

Vigevano, il Leo Club dona il suo contributo al Progetto Blu

Oggi pomeriggio la consegna