Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

rievocazione storica

Nozze alla corte di Bianca: al Castello di Vigevano tre giorni tra costumi, conferenze e concorsi

Dal 23 al 25 aprile nel maniero ducale

Davide Maniaci

Email:

dade.x@hotmail.it

21 Aprile 2022 - 13:30

Nozze alla corte di Bianca: al Castello di Vigevano tre giorni tra costumi, conferenze e concorsi

“Nozze alla corte di Bianca” è organizzato dall’associazione culturale Quattro Passi nella Storia

Il visitatore sarà trasportato all’interno di un’accurata ricostruzione storica di un matrimonio del 1383, stipulato tra Filippo Colli e Caterina Maineri, esponenti di importanti famiglie lombarde fedeli ai Visconti. Il tutto si svolgerà sotto l’attento sguardo di Bianca di Savoia, madre del primo Duca di Milano e Signora di Vigevano. Il programma è ricchissimo e articolato.

Nozze alla corte di Bianca” è organizzato dall’associazione culturale Quattro Passi nella Storia, grazie alla sinergia con l’associazione Gilda Historiae e con De Arte Historiae, e al sostegno e al contributo della Fondazione di Piacenza e Vigevano col patrocinio del Comune e della Provincia di Pavia. Sarà dal 23 al 25 aprile nel Castello di Vigevano.

Oltre alla rievocazione, due eventi complementari: la prima tappa del campionato nazionale 2022 di scherma storica in armatura “Hema in armis” (nel pomeriggio del 23) e il concorso fotografico “Cavalieri senza corazza” in collaborazione con la biblioteca dei ragazzi Cordone. Le foto vanno portate in sede entro domani, venerdì 22. Ne vinceranno tre. Tema, “i gesti dei moderni “cavalieri” che incarnano le doti di coraggio e difesa dei più deboli”. Premiazione: domenica 24 alle 16,30 presso la sala Leonardiana.


Il via sarà sabato alle 15 col corteo di arrivo della sposa, che parte da piazza Martiri della Liberazione e raggiunge il portone gotico. Nel cortile del Castello saranno presenti alcune tende nobiliari, la ricostruzione di una cucina da campo e la recinzione del torneo. In sala dell’Affresco troveranno posto lo studio del notaio e la zona delle nobildonne. Domenica già dalle 10 si riapriranno le porte del Castello. Un’ora dopo ecco la firma del contratto matrimoniale. Musiche e danze accompagneranno i festeggiamenti che culmineranno nel banchetto nuziale che si svolgerà in Prima scuderia dalle 13, col menù curato dalla storica enogastronomica vigevanese Grazia Rossanigo. «Eccesso ed abbondanza - spiega Rossanigo - di cibo e di spezie: era il secolo del banchetto che doveva far tremare le mense. Il cibo doveva avere dimensioni smisurate. Una rigida gerarchia che classificava gli animali in base “alla distanza dal cielo”. Era anche spettacolo: balli, musica, sfilata di animali come levrieri o falconi e astori addestrati per la caccia insieme ad armature e selle per cavalli». Dalle 16,30, “torneo cortese” di scherma storica.

Lunedì 25 sarà ancora visibile l’allestimento nella sala dell’Affresco, con la possibilità di assistere ai quotidiani intrattenimenti delle nobildonne, dal mattino fino alle 17. Laboratori e incontri completano il programma: sabato alle 16 in sala Leonardiana, dedicato ai bambini, “Robe di sopra e robe di sotto. Vesti la dama e Ser Lancillotto”. Alle 17 la conferenza “Con-portamento. Il modo di condursi con quello che ci circonda”, tenuta da Francesca Baldassari, storica del costume e presidente dell’associazione Gilda Historiae. Domenica 24 alle 16 il laboratorio “Stemma Stemma delle mie Brame”. Alle 17 conferenza, “Vigevano Viscontea: caratteri e qualità di una società bassomedievale” di Francesco Bozzi, docente dell’università di Milano. Il 25 aprile alle 11, “Evoluzione delle arti marziali occidentali. Da sopravvivenza a sport”, parla l’istruttore di schema Antonio Scardino.

In caso di pioggia gli eventi si terranno comunque, ma il torneo verrà spostato nella Cavallerizza del Castello.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400