Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

sabato e domenica la nona edizione

Pursè Nègär, il grande ritorno

A Garlasco due giorni di festa al Bocciodromo per celebrare tutto il buono del maiale

Ilaria Dainesi

Email:

ilaria.dainesi@ievve.com

10 Maggio 2022 - 11:43

Pursè Nègär, il grande ritorno

La sagra del Pursè Nègär di Garlasco festeggia la nona edizione e torna dopo lo stop dovuto alla pandemia. I buongustai dovranno prepararsi a un fine settimana piuttosto impegnativo, da affrontare senza temere l’inevitabile impennata dei trigliceridi. L’evento gastronomico è organizzato dalla Confraternita del Pursè Negàr, in collaborazione con la Pro Loco e il Comune, e celebra la razza suina autoctona, un maiale che si caratterizza per il colore nero del suo mantello.

La Confraternita è nata proprio con l’obiettivo di recuperare, con progetti di allevamento, la valorizzazione di questi maiali tipici del nostro territorio, attraverso la promozione e la diffusione della cultura gastronomica legata ai prodotti derivati. «Allo stato attuale – spiegano dall’associazione – ci sono ancora alcuni allevamenti che possiedono suini con le caratteristiche ascrivibili a quelle del Pursè Negàr di Garlasco, e sono in corso progetti per l’iscrizione di questi esemplari all’anagrafe suina».

La festa si svolgerà anche quest’anno al bocciodromo di via Duse. Sabato sera doppio appuntamento. Nell’area interna verrà organizzata una cena (già sold out), alle 20,30, con menu completo. Si parte con gli antipasti misti di pursè nègär con salumi caldi e freddi, per poi continuare con un risotto a base di sanguinaccio e gnocchi al sugo di Garlasco. Per i secondi si può scegliere tra spalla al forno alla birra rossa e senape con contorno di insalata, o polenta e frittura; per dolce “maialini” con crema pasticcera.


Nell’area esterna, invece, la cena sarà self-service, con cucina aperta dalle ore 19. Non mancheranno gnocchi, costine, panini con salamella o pancetta e patatine fritte, il tutto accompagnato da vino e birre artigianali. Dalle ore 22,30 musica dal vivo con la band garlaschese “Le Club”. Domenica si replica a pranzo (prenotazione obbligatoria, costo 20 euro), con un menu tipico dove il suino nero continuerà ovviamente a essere protagonista: oltre agli antipasti, si potranno gustare risotto al pursè nègär, ravioli con sugo di arrosto e riduzione di Buttafuoco; per i secondi, si può scegliere tra cosciotto laccato al miele di castagno e granella di nocciole con patate al forno, o polenta e frittura. Per chi avrà ancora appetito, domenica il dolce proposto sarà un “maialino” con mousse di cioccolato bianco.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400