Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

l'appuntamento

Verde pulito, nonostante gli incivili

Domenica torna la giornata di sensibilizzazione: a Vigevano ritrovo alle 10 in via Beatrice d’Este

Ilaria Dainesi

Email:

ilaria.dainesi@ievve.com

10 Maggio 2022 - 11:07

Verde pulito, nonostante gli incivili

Domenica la Giornata del verde Pulito (qui una foto dell' edizione del 2019)

Sono purtroppo tanti gli incivili che insozzano le strade della nostra città e delle nostre campagne. Uno è stato sanzionato pochi giorni fa: sabato scorso un vigevanese è stato sorpreso mentre scaricava in via San Giovanni, vicino a una campana del vetro, il mobilio di una camera da letto. Gli agenti della polizia locale, avvisati da un cittadino, lo hanno sanzionato sul posto, intimandogli anche il ripristino del luogo; dovrà pagare una multa di 500 euro. Nonostante la stretta che da mesi il comune di Vigevano – in particolare con l’impegno dell’ufficio ambiente, della polizia locale e la collaborazione di Asm Isa – è riuscita a imporre contro chi abbandona illegalmente i rifiuti, il fenomeno è ancora molto diffuso.

Vigevano, abbandono di rifiuti: scattano altre dieci sanzioni

Di tutto e di più. Dal materiale inerte ai pneumatici, per arrivare a batterie (dalle quali è stato tolto il piombo) e scarti di vario genere.

Dieci le sanzioni elevate a carico di altrettanti insozzatori che sono stati beccati dalle foto-trappole a scaricare abusivamente in alcune parti della periferia della città, ma non solo. In un caso la discarica abusiva è stata creata in via Trivulzio.


Per contrastare simili comportamenti, questa domenica torna l’appuntamento di sensibilizzazione della “Giornata del verde pulito”. «La problematica – ha spiegato il sindaco di Vigevano Andrea Ceffaè importante e complessa. Ringraziamo tutti coloro che vorranno partecipare, e le tante associazioni che si sono impegnate con azioni di sensibilizzazione e interventi concreti».

Domenica 15 maggio il ritrovo è alle ore 10 al parco pubblico in via Beatrice d'Este

Il ritrovo sarà alle ore 10 al parco “L’isola che non c’è” di viale Beatrice d’Este, dove verranno distribuiti sacchi e guanti. Per i bambini verrà organizzata una “caccia al tesoro” e saranno ricompensati con un gadget per il loco impegno ecologico.

La conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa si è tenuta lunedì mattina nella sala consiliare di Comune. Da sinistra: l'assessore Daniele Semplici e il sindaco Andrea Ceffa (foto di Jose Lattari)

«Le associazioni – ha spiegato l’assessore all’ambiente Daniele Semplicie i volontari si occuperanno di raccogliere i rifiuti nelle diverse zone critiche individuate. Tra queste, si segnala il parcheggio del Sayonara, parco Robinson, Buccella, Sforzesca, cascina Barbavara, strada Foramagna, fosso Pavese, palazzatto dello sport. Questa edizione, la 30esima, vuole essere un ritorno alla normalità dopo il Covid. Ricordiamoci che iniziative di questo tipo sono possibili perché ci sono cittadini che si mettono a disposizione. Purtroppo, la problematica degli scarichi riguarda l’intera Lomellina: mi sono confrontato con gli assessori degli altri Comuni e il fenomeno è diffuso su tutto il territorio. Tra dicembre e gennaio, ancora nel periodo dell’emergenza pandemica, abbiamo registrato un incremento degli abbandoni abusivi. Abbiamo risposto potenziando i controlli». Alla giornata parteciperà anche un gruppo di detenuti della casa di reclusione dei Piccolini, tre dei quali già partecipano al progetto “Mi riscatto per il futuro” con attività di pulizia di aree degradate due volte la settimana.

Urban Gravity ha donato 150 semi per far crescere nuove piante (il progetto prevede nelle prossime settimane anche il coinvolgimento delle scuole), mentre McDonald’s ha fornito alcune casette per le api che saranno posizionate nei parchi cittadini.


Per contrastare gli abbandoni, verrà presto chiuso al traffico veicolare la zona del Fosso Pavese, poco tempo fa oggetto di un intervento straordinario di pulizia. In programma c’è inoltre un intervento di sanificazione in via Trivulzio, dove verrà fatta intervenire una ditta specializzata prima di “sigillare” l’area del parcheggio con delle apposite grate: «Qui sarà necessario – ha spiegato il primo cittadino Andrea Ceffa – chiudere con apposite grate e ripristinare gli spazi. Poi faremo un bando per la ricerca di un nuovo soggetto gestore».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400