lutto nello sport

E' scomparso Leonardo Baldi

Padre del tennista Filippo, aveva 60 anni. La malattia non gli ha dato scampo.

Angelo Sciarrino

22 Febbraio 2019 - 16:40

E' scomparso Leonardo Baldi

Leonardo Baldi

Si è spento ieri sera nella sua abitazione, dopo una malattia che l'aveva aggredito nell'ultimo anno, Leonardo Baldi, padre del tennista vigevanese Filippo, portacolori di Selva Alta. Rappresentante calzaturiero, Baldi aveva 60 anni e nella crescita sportiva del figlio ha ricoperto un ruolo fondamentale, spronandolo sin da piccolo e credendo fermamente nelle sue possibilità. Filippo, che questa settimana era iscritto al Challenger di Bergamo, mercoledì si era ritirato dal torneo proprio per essere vicino al padre nelle sue ultime ore di vita. I funerali si terranno domani, sabato, alle ore 15, nella chiesa di San Pietro Martire. Alla moglie Rosaria e ai figli Filippo e Martina le condoglianze dell'Informatore.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Tempo libero

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Domenica al teatro Cagnoni

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

Al teatro Cagnoni

Riprendono le "Altre VisionI" al Movieplanet

Riprendono le "Altre VisionI" al Movieplanet

la rassegna

Vigevano Jazz: concerti gratuiti e grandi nomi

Gli organizzatori durante la conferenza stampa

Vigevano Jazz: concerti gratuiti e grandi nomi

dal 30 aprile

Dark Tales

Dark Tales

Dark Tales in concerto, il ritorno della new wave

Il gruppo post punk stasera, sabato, al circolo Pick Week

Jazz Festival Città di Mortara

Jazz Festival Città di Mortara

sesta edizione

Apre Falzone nel segno di Duke Ellington

Giovanni Falzone

Apre Falzone nel segno di Duke Ellington

Bià Jazz festival

Pop Art e dintorni nella Milano degli anni '60/'70

Il grande prestigiatore (Le avventure di Nessuno) del 1967 di Sarri

Pop Art e dintorni nella Milano degli anni '60/'70

milano pop

“Benedetta”: quando il teatro è vita

Margherita Cau e Federica Ciminiello

“Benedetta”: quando il teatro è vita

Al Cagnoni