criminalità

Vigevano: diciottenne e rapinatore seriale, suo anche il colpo alla Credem

I carabinieri della Stazione di Vigevano hanno arrestato Michael Cerrito a Messina: nonostante la giovane età, ha dimostrato una condotta criminale decisa, violenta e incurante della pericolosità delle proprie azioni

Ilaria Dainesi

20 Agosto 2019 - 12:04

Vigevano: diciottenne e rapinatore seriale, suo anche il colpo alla Credem

La filiale di corso Cavour rimasta chiusa il 22 luglio subito dopo la rapina

L’episodio il 22 luglio, nella filiale di corso Cavour. Tre i colpi messi a segno nella città ducale.

Parzialmente travisato con foulard e cappellino, tra le mani un coltello, aveva fatto irruzione all’interno della filiale della Credem di corso Cavour 109, a Vigevano. Era successo la mattina del 22 luglio: il malvivente aveva atteso l’apertura della banca, minacciando l’operatore e facendosi consegnare il denaro a disposizione, circa 2500 euro. Poi era fuggito a piedi, dileguandosi. I carabinieri della Stazione di Vigevano, dopo una serrata attività investigativa e una serie di perquisizioni nei suoi precedenti domicili (sia a Vigevano sia dai parenti a Messina), sono riusciti ad associare anche questa terza rapina a Michael Cerrito – 18 anni, originario di Vigevano, un lavoro saltuario come operaio, da tempo senza fissa dimora – arrestato nelle prime ore del 13 agosto nella casa del cugino a Messina, dove si era nascosto. Cerrito era già stato denunciato, a piede libero, per la rapina del 20 gennaio commessa all’interno della tabaccheria di via Riberia. Il 29 luglio, pochi giorni dopo la rapina alla Credem, aveva fatto irruzione all’interno dell’ufficio postale di via San Pio V in pieno orario di punta, scavalcando il bancone e minacciando gli operatori. Mentre fuggiva con poco più di 1100 euro, un cliente 43enne di Vigevano aveva tentato coraggiosamente di bloccarlo. Il rapinatore lo aveva accoltellato, causandogli la perforazione di un polmone, ferita potenzialmente letale. Ora Cerrito si trova nella casa circondariale di Messina. «Il rapinatore, sicuramente definibile seriale – precisano i carabinieri – nonostante la giovane età, si caratterizza per una condotta criminale decisa e violenta e incurante della pericolosità delle proprie azioni». Dovrà difendersi da accuse pesantissime: rapina e di tentato omicidio.

Per il video della conferenza stampa, clicca qui:https://www.informatorevigevanese.it/home/2019/08/19/news/a-18-anni-e-gia-un-rapinatore-senza-scrupoli-e-accusato-anche-di-tentato-omicidio-543915/

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

il sopralluogo

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

oggi a mede

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

pavia

Mede, festa in piazza per i diciottenni

Mede, festa in piazza per i diciottenni

ieri

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

natura

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

pavia

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

voghera

Trenini turistici, si torna a bordo

Trenini turistici, si torna a bordo

pavia

Teatro Fraschini, via ai restauri

Teatro Fraschini, via ai restauri

pavia