La tragedia

Anziana morta per le esalazioni, l’incendio forse innescato da un cortocircuito

È successo questa mattina in via Mentana a Vigevano

Ilaria Dainesi

23 Agosto 2019 - 19:12

Anziana morta per le esalazioni, l’incendio forse innescato da un cortocircuito

Foto di Jose Lattari

Le fiamme sono divampate nell’appartamento della vittima in un locale pieno di libri, mobili in legno e tendaggi.

Un problema all’impianto elettrico, forse è stato un cortocircuito a una presa che ha innescato le fiamme. È una delle ipotesi sulle quali stanno lavorando i vigili del fuoco, che in queste ore stanno compiendo una serie di accertamenti per individuare l’esatta origine dell’incendio divampato questa mattina (venerdì), alcuni minuti dopo le 9, in un appartamento al secondo piano di una palazzina al civico 11 di via Mentana, a Vigevano, provocando la morte di un’anziana. Si tratta di Luciana Firpo, 88 anni, vedova Ferrara, sorella di un noto imprenditore vigevanese del settore cartario e dell'imballaggio. I vigili del fuoco, intervenuti con tre squadre, l’hanno trovata non distante dalla porta d’ingresso blindata; forse la donna ha tentato di fuggire, ma è stata sopraffatta dal fumo, che non le ha lasciato scampo. Il decesso è stato constatato direttamente sul posto dal medico del 118. I vigili del fuoco, allertati da un vicino, hanno cercato di sfondare la porta blindata, che era chiusa a chiave; sono poi entrati nell’appartamento dall’esterno. La palazzina è stata fatta evacuare, per consentire le operazioni di spegnimento e di messa in sicurezza, che si sono protratte per diverse ore. Le fiamme sarebbero partite da un locale utilizzato come sala lettura, dove erano presenti molti libri, mobili in legno e tendaggi, che hanno accelerato il propagarsi dell’incendio. L’appartamento è stato posto sotto sequestro dagli agenti del Commissariato di Vigevano, che si stanno occupando delle indagini. Gli altri cinque appartamenti della palazzina, anche in seguito al sopralluogo effettuato dai tecnici del gas, sono stati dichiarati agibili dai vigili del fuoco, fatta esclusione per una stanza all’ultimo piano.  Il boato udito da alcuni vicini sarebbe stato causato dall’esplosione dei vetri per il surriscaldamento; per la caduta di materiale in strada ha causato danni anche una Bmw parcheggiata. Sul posto sono intervenute anche due ambulanze della Croce Azzurra e della Croce Garlaschese, un’automedica del 118 e gli agenti della polizia locale.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

A Sartirana arriva il cinema all'aperto

A Sartirana arriva il cinema all'aperto

l'iniziativa

Mercatino del riuso a Mede

Mercatino del riuso a Mede

la novità

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

il sopralluogo

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

oggi a mede

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

pavia

Mede, festa in piazza per i diciottenni

Mede, festa in piazza per i diciottenni

ieri

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

natura

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

pavia

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

voghera