La Maugeri arruola persone sane per una ricerca scientifica

Aiutare la scienza, prendersi cura di sè e godersi l'Oltrepò

I volontari dovranno sottoporsi a visita cardiologica, ecg, eco ovviamente gratis

Mario Pacali

27 Agosto 2019 - 13:27

Aiutare la scienza, prendersi cura di sè e godersi l'Oltrepò

Aiutare la ricerca, aiutando la propria salute con una visita cardiologica specialistica, un elettrocardiogramma e un ecocardiogramma accurati, completamente gratuiti ma anche con una visita alle bellezze e alle prelibatezze dell’Oltrepò Pavese. All’IRCCS Maugeri di Montescano (Pavia), storico istituto scientifico del gruppo leader nella Medicina riabilitativa in Italia, si reclutano soggetti sani per una ricerca cardiologica molto importante sullo scompenso cardiaco.

“È una ricerca finalizzata ministeriale”, racconta Maria Teresa La Rovere, cardiologa nell’Istituto e vice-direttore scientifico Maugeri a livello nazionale, “che stiamo conducendo in collaborazione con il Policlinico di Milano e il Sacco-Fatebenefratelli sempre di Milano. Cerchiamo volontari sani per costituire il gruppo di controllo della sperimentazione, ossia il paragone con altrettanti pazienti, stavolta ammalati”. Agli uni e agli altri sarà somministrata la stimolazione del nervo vago, tramite una piccola clip applicata al padiglione auricolare che è appunto innervato dal vago. “Secondo diverse ricerche”, prosegue La Rovere, “la stimolazione vagale porta beneficio al cuore, particolarmente in quelle condizioni in cui vi sia una compromissione della funzione del nervo vago come ad esempio nello scompenso cardiaco. L'aspetto rilevante della nostra ricerca è che, a differenza di altri studi che hanno utilizzato uno stimolatore impiantato a livello del collo", conclude La Rovere, “la stimolazione che stiamo sperimentando è totalmente non-invasiva e del tutto indolore”. "Un altro aspetto distintivo di questa ricerca", aggiunge Gian Domenico Pinna, responsabile del servizio di Bioingegneria dell'Istituto e co-autore del progetto - "è costituito da tutto il lavoro che abbiamo svolto nell'anno precedente per definire le modalità di stimolazione più efficaci". “Cerchiamo una trentina uomini e donne, in età compresa tra 50 e 70 anni, che non abbiano patologie cardiovascolari, metaboliche e respiratorie note e non stiano seguendo terapie farmacologiche. Non deve inoltre trattarsi di fumatori”, conclude il primario di Cardiologia, Egidio Traversi, “né di sportivi a livello agonistico”. Insomma persone in salute che, dopo la visita, l’ECG e l'ECO, potranno davvero gustarsi in zona qualche prelibatezza enogastronomica del territorio, come un tagliere di salumi accompagnato da un calice di Bonarda. Per i volontari nessuna coda e nessuna attesa, solo la necessità di prenotarsi chiamando lo 0385 247330 tutti giorni dalle 9,00 alle 13. Si tratta del numero del Laboratorio di ricerca Neurovegetativo dell’IRCCS Maugeri Montescano, che provvederà a fissare la visita.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Tempo libero

Ai Piccolini la 34esima edizione della sagra del raviolo casalingo

Ai Piccolini la 34esima edizione della sagra del raviolo casalingo

vigevano

Festa di San Bernardo: il falò per Berlic

Festa di San Bernardo: il falò per Berlic

La tradizione

"Vigevano Photo Friends", quarta edizione

"Vigevano Photo Friends", quarta edizione

mostra collettiva

"Bacco al Portone" con il gruppo "Zefiro Ensemble"

"Bacco al Portone" con il gruppo Zefiro Ensemble

A Vigevano

A Vigevano il "Rolling Truck Street Food Festival"

A Vigevano il "Rolling Truck Street Food Festival"

ieri l'inaugurazione

Brughiera in festa: il grande spettacolo pirotecnico

Brughiera in festa: il grande spettacolo pirotecnico

sabato sera

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Domenica al teatro Cagnoni

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

Al teatro Cagnoni

La notte che... piace!

La conferenza stampa di presentazione

La notte che... piace!

Sabato il bis dopo l’edizione di giugno