Interviene l'assessore regionale Silvia Piani

Sulle politiche per la famiglia rischiamo il baratro

Pesante attacco a quello che definisce "il nuovo governo delle poltrone”

Mario Pacali

11 Settembre 2019 - 16:29

Sulle politiche per la famiglia rischiamo il baratro

«Dai Ministri Fontana e Locatelli ci sono state idee chiare, impegno ed iniziative concrete, con lo stanziamento di risorse importanti come quelle dedicate al nuovo "Fondo famiglia". Con la Lega al Governo abbiamo avuto indicazioni chiare e una piena e fattiva collaborazione che ci avrebbe portato verso nuovi ed attesi interventi. Tra questi la sperimentazione dei "centri per la famiglia", punti di ascolto e di erogazione di servizi su cui eravamo pronti a partire». Lo dichiara, in una nota, l'assessore regionale alle Politiche per la Famiglia, Genitorialità e Pari Opportunità, la mortarese Silvia Piani

«Cosa ne sarà dei casi Bibbiano e Forteto? Questo nuovo Governo - prosegue la Piani - mi preoccupa, perché la sensazione è che le poltrone valgano più della ricerca della verità su casi scottanti e terribili. I Parlamentari del Pd e del M5S hanno pensato al loro stipendio, perché il voto degli italiani li avrebbe spazzati via. Ma chi penserà ai bimbi del caso Bibbiano ingiustamente sottratti alle loro famiglie? Chi pensa alle mamme e ai papà che si sono visti portare via i propri figli attraverso violenze psicologiche? Per Luigi Di Maio, il Pd era il partito di Bibbiano, ma apprendiamo con sgomento della scelta di indicare proprio un esponente del PD come Ministro alla Famiglia. C'è da chiedersi ora - conclude Piani - quale sarà il prezzo da pagare per questa insana alleanza, se calerà il sipario sui casi intollerabili che hanno toccato decine di famiglie, distruggendole, e che forse meritavano la verità. Quali sono le famiglie su cui si concentreranno le attenzioni del nuovo Governo? Ci piacerebbe saperlo, ma nel fumoso programma presentato dal Presidente Conte, sembra prevalere la necessità di conservare un posto al sole in Parlamento piuttosto che preservare il bene degli italiani».
«Nonostante queste premesse e questo accordo di palazzo - continua l'assessore regionale della Lega - noi continueremo a lavorare con costanza ed impegno. "Nidi gratis 2019-2020", ad esempio, la misura con cui azzereremo la retta di iscrizione ai nidi per 15.000 famiglie lombarde. "Bando per strumenti tecnologicamente avanzati" rivolto ai ragazzi diversamente abili. Ed ancora, "Fattore famiglia lombardo", per sostenere le famiglie numerose. A breve convocherò gli Stati generali della Famiglia, a cui potranno partecipare cittadini, associazioni, organismi di rappresentanza ed istituzioni, per individuare priorità e obiettivi che rappresenteranno la base del percorso di riforma della legge regionale sulle politiche per la famiglia. A questo Governo delle poltrone ci opporremo con quella concretezza e serietà che caratterizza l'operato della Giunta del Presidente Fontana. Alle logiche di palazzo risponderemo con interventi concreti, con quell'entusiasmo e voglia di fare che caratterizzano tutti gli straordinari cittadini della nostra Regione».

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Tempo libero

Ai Piccolini la 34esima edizione della sagra del raviolo casalingo

Ai Piccolini la 34esima edizione della sagra del raviolo casalingo

vigevano

Festa di San Bernardo: il falò per Berlic

Festa di San Bernardo: il falò per Berlic

La tradizione

"Vigevano Photo Friends", quarta edizione

"Vigevano Photo Friends", quarta edizione

mostra collettiva

"Bacco al Portone" con il gruppo "Zefiro Ensemble"

"Bacco al Portone" con il gruppo Zefiro Ensemble

A Vigevano

A Vigevano il "Rolling Truck Street Food Festival"

A Vigevano il "Rolling Truck Street Food Festival"

ieri l'inaugurazione

Brughiera in festa: il grande spettacolo pirotecnico

Brughiera in festa: il grande spettacolo pirotecnico

sabato sera

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Domenica al teatro Cagnoni

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

Al teatro Cagnoni

La notte che... piace!

La conferenza stampa di presentazione

La notte che... piace!

Sabato il bis dopo l’edizione di giugno