la storia

Mortara, il meteorologo della Cri è un prof del Pollini

Mauro Grazioli, classe 1973, allerta l’area emergenza della Croce Rossa quando le condizioni meteo diventano critiche.

Ilaria Dainesi

02 Novembre 2019 - 14:12

Mortara, il meteorologo della Cri è un prof del Pollini

Nel 2017 riuscì a prevedere con una settimana d’anticipo il gelicidio che colpì l’Oltrepo

Classe 1973, laureato in scienze agrarie e docente al Pollini di Mortara, Mauro Grazioli è "l’uomo delle previsioni" della Croce Rossa provinciale di Pavia, dove è volontario dal 1993. È lui ad allertare l’area emergenza della Cri quando le condizioni atmosferiche evolvono verso livelli di criticità, come è avvenuto nei giorni scorsi in alcuni centri dell’Oltrepo Pavese. «Nel contesto delle scienze agrarie – spiega Grazioli – una buona conoscenza delle regole della meteorologia è di fondamentale importanza, un po’ come le nozioni di anatomia per un medico. Dovendo trasmettere ai miei studenti questa consapevolezza, ho sempre elaborato stime a scopo didattico, partendo dai dati delle stazioni di rilevamento locali. Qualche anno fa ne ho parlato per puro caso al delegato provinciale di Area 3, il quale mi ha chiesto di provare a formulare delle previsioni anche per la Croce Rossa. Così ancora oggi, quando l’analisi dei fattori in gioco suggerisce la possibilità di eventi critici, scatta la segnalazione agli organismi della Cri che si occupano della gestione delle emergenze». Grazioli, senza essere e senza disporre della strumentazione di un meteorologo professionista, è comunque riuscito a prevedere con 6-7 giorni d’anticipo il gelicidio che colpì l’Oltrepò nel 2017 o l’esondazione del Ticino in via Milazzo a Pavia, anticipata ad autorità e residenti tre giorni prima. «Ricordiamoci sempre – afferma Grazioli - che la meteorologia è sì una scienza, ma non esatta. A più di tre giorni il margine di errore può aumentare di molto, anche del 50%, mentre in prossimità della data le stime sono quasi sempre rispondenti alla realtà. In ogni caso, quando si ha a che fare con eventi che potrebbero comportare gravi ripercussioni sui territori interessati, essere previdenti non è mai sbagliato».

 

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Tempo libero

"Abbiategusto": presentata la ventesima edizione

"Abbiategusto": presentata la ventesima edizione

enogastronomia

Corrado d'Elia racconta Ludwig van Beethoven

Corrado d'Elia racconta Ludwig van Beethoven

Magenta, gran finale il 27 novembre

"La 'ndrangheta in chiaroscuro”

"La 'ndrangheta in chiaroscuro”

Al Collegio Universitario S. Caterina di Pavia

Al Museo dell’imprenditoria i “primi passi” della birra Peroni

Al Museo dell’imprenditoria i “primi passi” della birra Peroni

da martedì 19 novembre

I sentimenti di un giornalista

I sentimenti di un giornalista

ieri sera al cagnoni

"Gli allegri chirurghi” al Cagnoni con la Compagnia Teatro Gifra

"Gli allegri chirurghi” al Cagnoni con la Compagnia Teatro Gifra

sabato 23 novembre

L’aperitivo con Cevoli per “riderci su”

Paolo Cevoli incontra il pubblico

L’aperitivo con Cevoli per “riderci su”

rassegna l'arte dei comici

Milano Partecipa: l'evento dedicato all’attivismo civico nell’era digitale

Milano partecipa

Milano Partecipa: l'evento dedicato all’attivismo civico nell’era digitale

il laboratorio

Nikola Tesla Exhibition

Nikola Tesla Exhibition

a milano