Gambolò

Ex Metalplast, dalla Regione 916mila euro per la bonifica

La ditta, fallita nel 2007, si è trasformata in una discarica a cielo aperto.

Ilaria Dainesi

14 Novembre 2019 - 15:07

Ex Metalplast, dalla Regione 916mila euro per la bonifica

Uno dei sopralluoghi effettuati all'interno dell'area

Il contributo servirà per rimuovere i rifiuti e ripristinare l'area dal punto di vista ambientale e sanitario.

La giunta regionale ha approvato il progetto presentato dal Comune di Gambolò per l'area dell'ex Metalplast, stanziando un contributo di 916.353 euro. La ditta, fallita nel 2007, svolgeva l'attività di recupero dell'alluminio granulare, tramite operazioni di macinazione e combustione di rifiuti non pericolosi costituiti da sfridi o scarti di imballaggi in alluminio e poliaccoppiati di carta, plastica e metalli. Da anni, all'interno dell'area, si è formata una discarica abusiva a cielo aperto, con rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi, tra i quali 385 tonnellate di manufatti in cemento-amianto in cattivo stato di conservazione, 2.220 metri cubi di rifiuti poliaccoppiati di alluminio e polveri di abbattimento dei fumi in big-bags danneggiati (2.645 metri cubi) o stoccate in cumuli (1.122metri cubi). Sono inoltre presenti rifiuti misti dell'attività di costruzione e demolizione, rifiuti in legno, in plastica, pneumatici fuori uso e scarti in gomma, bombole di gas e ingombranti. Il progetto ha l'obiettivo di ripristinare l'area dal punto di vista ambientale e sanitario, con  la rimozione e lo smaltimento delle coperture in cemento amianto e degli altri rifiuti stoccati. Verranno poi effettuati delle indagine ambientali preliminari, coinvolgendo anche Arpa, mediante il campionamento delle matrici ambientali potenzialmente impattate dalla presenza dei rifiuti.

«Regione Lombardia – ha sottolineato l'assessore regionale all'ambiente e al clima Raffaele Cattaneoaccoglie le istanze delle amministrazioni comunali che hanno sul loro territorio delle situazioni di pericolo a cui da sole non riescono a fare fronte. Ancora una volta la Regione non si sottrare al proprio ruolo sussidiario, recependo le richieste di finanziamento che arrivano dal territorio conferma la sua attenzione all'ambiente e alle necessità dei Comuni relativamente alle esigenze di tutela della salute e del territorio. La difesa dell'ambiente e la salute sono capisaldi dell'azione della Regione e dell'assessorato e li traduciamo, con questo programma, in azioni concrete».

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Pavia, la S. Messa dalla Cattedrale e la benedizione da Piazza Vittoria

Pavia, la S. Messa dalla Cattedrale e la benedizione da Piazza Vittoria

oggi domenica 29 marzo

Coronavirus: quali effetti sul commercio?

Coronavirus: quali effetti sul commercio?

ascom pavia

Pavia-Hildesheim, 20 anni di gemellaggio

Pavia-Hildesheim, 20 anni di gemellaggio

pavia

Contrasto alla ludopatia, assistenza anche in emergenza coronavirus

Contrasto alla ludopatia, assistenza anche in emergenza coronavirus

La logisitca CRI per la Lombardia, gestita a Valle Lomellina

La logisitca CRI per la Lombardia, gestita a Valle Lomellina

sala operativa regionale

“Giovani, state a casa”, l’appello dell’assessore Cantoni

“Giovani, state a casa”, l’appello dell’assessore Cantoni

pavia

Uscite ingiustificate: nuovo appello del Comune di Pavia

Uscite ingiustificate: nuovo appello del Comune di Pavia

Dentisti: come comportarsi in questo periodo?

Dentisti: come comportarsi in questo periodo?

il consiglio

Pavia, 31 anni fa il crollo della Torre Civica

Pavia, 31 anni fa il crollo della Torre Civica

il ricordo