Questa mattina

Flash mob alla Icss di Gropello Cairoli contro la Plastic Tax

Protestano le aziende del settore

Ilaria Dainesi

05 Dicembre 2019 - 16:11

Flash mob alla Icss di Gropello Cairoli contro la Plastic Tax

L'ad Paolo Garbagna: «Il tema dell’ambiente va affrontato, ma tassare le aziende non è certo la soluzione». 

È scattata questa mattina (giovedì) la protesta delle aziende del settore contro la Plastic Tax, proposto da Unionplast. Ad aderire anche il Gruppo ICSS, impresa che produce e commercializza articoli in polistirolo espanso e cartone ondulato, con un sito produttivo a Gropello Cairoli. La produzione si è fermata per un’ora, dalle 11 alle 12. «Questa protesta – spiegano dall'azienda – si unisce a quella di moltissime aziende che vivono di imballaggi in plastica o di macchinari per la produzione di plastica ed è finalizzata a dare un “supporto mediatico” a chi in Parlamento ha deciso di sostenere la battaglia contro la plastic tax, una tassa ingiusta, punitiva verso l’economia circolare e capace di distruggere posti di lavoro e know-how in tempi rapidissimi». Sulla mobilitazione è intervenuto anche l'amministratore delegato di Icss, Paolo Garbagna: «In ICSS c’è stata tanta partecipazione da parte degli operai, tanta consapevolezza, ma anche tanta preoccupazione – afferma – Il tema dell’ambiente va affrontato, ma tassare le aziende non è certo la soluzione. Bisognerebbe piuttosto parlare di recupero e riuso delle plastiche, che sono tutte riciclabili, ed è in questa direzione dovrebbero andare gli sforzi. C’è invece la sensazione che sotto questa manovra si nasconda la necessità di reperire fondi per il Governo. Anche perché non c’è nessuna chiara indicazione che i soldi raccolti con la Plastic Tax saranno utilizzati per migliorare la sostenibilità della plastica che resta comunque un bene insostituibile. Tra l’altro non ho visto in questa occasione al nostro fianco la presenza del sindacato, a livello provinciale e nazionale, che non ha ritenuto di doversi schierare insieme alle aziende in difesa dei posti di lavoro. E di questo mi rammarico».

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Tempo libero

Per i 40 anni di Fiat Panda un mega raduno a Vigevano

Per i 40 anni di Fiat Panda un mega raduno a Vigevano

il traguardo

"Aquile randagie"

il trailer di "Aquile randagie: gli Scout che si ribellarono al Fascismo"

Shoah, al cinema Odeon tre film per non dimenticare

giornata della memoria

IL 2020 SECONDO LA NUMEROLOGIA

IL 2020 SECONDO LA NUMEROLOGIA

Previsioni per il nuovo anno

Le opere di Marco Lodola illuminano l'Ariston

Le opere di Marco Lodola illuminano l'Ariston

il festival

AntonfART: «Le passioni hanno coltivato me»

AntonfART: «Le passioni hanno coltivato me»

il laboratorio

Renato Tassiello, “Il sognatore”

Renato Tassiello, “Il sognatore”

debutto discografico

Franz Pelizza all'Expo d’arte internazionale di Innsbruck

Franz Pelizza all'Expo d’arte internazionale di Innsbruck

fino a domenica

Una villa storica... e Alessandro Manzoni

Una villa storica... e Alessandro Manzoni

storie di lomellina

Dall’Io verso la città-polis

Silvano Petrosino, professore di Filosofia della Comunicazione alla Cattolica di Milano

Dall’Io verso la città-polis

le conferenze