ci ha lasciati

Addio a Giorgio Forni, ex assessore alla cultura e uomo d'arte

E' mancato questa notte, a Pavia, dopo una lunga malattia

Annalisa Vella

12 Dicembre 2019 - 10:31

I

Giorgio Forni, 72 anni, nato nel Castello di Valeggio Lomellina - assessore alla Valorizzazione Culturale per un anno, dal 2010 al 2011, per il Polo Laico nel primo mandato di Sala sindaco - è mancato questa notte mentre era ricoverato per terapie in una struttura pavese. Una lunga malattia, la sua, che fino all'ultimo non aveva intaccato il suo spirito e senso dell'umorismo. Sentito poche settimana fa al telefono, pretendeva - se non di appendere quadri ai muri - almeno di posizionare in camera qualche scultura «per dare una macchia di colore», intanto "litigava" simpaticamente col suo vicino di letto, troppo distante politicamente. Insomma il Giorgio Forni di sempre. E noi lo ricordiamo così. Col suo immenso amore per l'arte: lui, medico geriatra in forza all'Istituto Golgi di Abbiategrasso negli anni '70, che lascia la professione per dedicarsi a tempo pieno all'arte, portando anche a Vigevano e a Sartirana Lomellina artisti di fama internazionale (grazie a lui la scultura del Sole di Pomodoro era giunta in piazza Ducale). Con lui le prime incursioni nel Castello Sforzesco di Vigevano, ancora chiuso, per aprirlo almeno parzialmente e porvi installazioni d'arte di Staccioli e Pomorodo. E poi negli anni '80 l'acquisto del Castello di Sartirana, in pessimo stato, che con lui torna a vivere, ospitando anche un museo della moda e tantissime mostre. I suoi viaggi all'estero come ambasciatore d'arte, sempre con un biglietto aereo in tasca. Nella sua breve esperienza di assessore alla Valorizzazione Culturale a Vigevano aveva portato una ventata di novità e "intelligente follia" in città. E lo avevamo ammirato in versione "imbianchino", a cancellare scritte dalle pareti esterne del teatro Cagnoni, pennello alla mano e sorriso in volto. Ciao Giorgio.

Gli amici potranno dargli l'ultimo saluto ai funerali che si terranno a Sartirana Lomellina sabato alle ore 11,00.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • patrizia.raveggi

    13 Dicembre 2019 - 06:11

    Condoglianzealla moglie, allafiglia, allafamiglia tutta, e allaFondazione che inGiorgio perde ilsuo piùentusiasta, innamoratofautore. Per quelli di noi (APC/MAE/IIC) checon lui abbiamoperanni collaborato , è statosoprattuttoun amico. Generoso anche della sua professionalità, sempre pronto a soccorrere; ci voleva bene, a ciascuno asuomodo,scanzonato, affettuoso,comprensivo. Unaperditadolorosissima

    Report

    Rispondi

Scuole di danza e palestre: a breve la riapertura

Scuole di danza e palestre: a breve la riapertura

pavia

Blue Rose Donna, l'associazione che tutela le donne vittime di violenza

Blue Rose Donna, l'associazione che tutela le donne vittime di violenza

san martino siccomario

Un corso di meditazione per gli studenti di Medicina

Un corso di meditazione per gli studenti di Medicina

pavia

Corso di laurea in Odontoiatria: l’importanza della pratica in presenza

Corso di laurea in Odontoiatria: l’importanza della pratica in presenza

pavia

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Il video

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Pavia

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Zona gialla

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Pavia

Covid, neo laureata subito in campo

Covid, neo laureata subito in campo

Pavia