#Svelato il mistero dei volantini apparsi lunedì mattina sul treno Mortara - Milano

Non era una stalker, ma una cantante che promuoveva il suo album

Davide Maniaci

14 Gennaio 2020 - 16:11

E' un'artista romana che sta promuovendo il suo ultimo disco.

Era soltanto un'ingegnosa trovata pubblicitaria. I biglietti minacciosi sul treno Mortara - Milano di lunedì mattina non erano la vendetta di una fidanzata tradita, ma la promozione per il prossimo album della cantante Romina Falconi, romana di Torpignattara. "Sei un traditore e un farabutto e hai ignorato le mie lacrime, ringrazia che sono una signora". C'era scritto così, con tanto di foto. E a Milano non mancava l'auto rossa con la stessa scritta, nonché un manifesto apparso in piazza Duomo. Alcuni pensavano alla stalker, tanti altri hanno intuito che sotto c'era qualcos'altro. I sospetti andavano anche dal nome del presunto fedifrago, Romano Falchetti, introvabile su Facebook o da google. In realtà è una storpiatura del nome della cantante. "Ringrazia che sono una signora" è invece il titolo di un brano presente nel suo secondo album, "Biondologia, l’arte di passeggiare con disinvoltura sul ciglio di un abisso", in uscita il 15 marzo. Una strategia di marketing a basso costo risultata vincente: tutti, ieri, hanno parlato di quei biglietti misteriosi. Oggi parleranno di Romina Falconi, già concorrente di X Factor nel 2012. La qualità delle sue canzoni? Chiunque può giudicarla cercando su Youtube...

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Tempo libero

Le opere di Marco Lodola illuminano l'Ariston

Le opere di Marco Lodola illuminano l'Ariston

il festival

AntonfART: «Le passioni hanno coltivato me»

AntonfART: «Le passioni hanno coltivato me»

il laboratorio

Renato Tassiello, “Il sognatore”

Renato Tassiello, “Il sognatore”

debutto discografico

Franz Pelizza all'Expo d’arte internazionale di Innsbruck

Franz Pelizza all'Expo d’arte internazionale di Innsbruck

fino a domenica

Una villa storica... e Alessandro Manzoni

Una villa storica... e Alessandro Manzoni

storie di lomellina

Dall’Io verso la città-polis

Silvano Petrosino, professore di Filosofia della Comunicazione alla Cattolica di Milano

Dall’Io verso la città-polis

le conferenze

La grande arte? La si vede al cinema

La grande arte? La si vede al cinema

dal 14 gennaio

Dal “Reading book challenge” alle letture silenziose

Dal “Reading book challenge” alle letture silenziose

in biblioteca a gambolò

Con Dapporto al Cagnoni va in scena l’Italia piccolo-borghese

Con Dapporto al Cagnoni va in scena l’Italia piccolo-borghese

stagione di prosa