Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Basket serie B

Elachem da applausi: vittoria d'autorità a Padova (70-78)

Umberto Zanichelli

Email:

umberto.zanichelli@ievve.com

29 Gennaio 2020 - 23:17

Elachem da applausi: vittoria d'autorità a Padova (70-78)

Pat Verri (foto Marmonti) indispensabile per i nuovi equilibri ducali

Prova solida dei ducali che incassano due punti importantissimi.

La Elachem torna da Padova con una vittoria importantissima, per la classifica e per la fiducia e che può davvero rappresentare il punto di svolta della stagione. I ducali hanno giocato una gara d'autorità, tenendo botta nel momento più difficile, quando i patavini erano volanti sul +11, e poi gestendone il ritorno, dopo averli sorpassati, nella seconda parte del match.

L'Antenore mette subito le cose in chiaro con la tripla d'apertura di Schiavon. Morgillo infila il 5-0 e poi Passerini rompe il ghiaccio. Ma per la Elachem non è una serata semplice perché i veneti voglio scappare subito. Ci provano con Ferrari dalla linea lontana (8-2 con poco più di 2' giocati); Beretta rintuzza (12-10) ma ancora Schiavon scrive 21-15. Padova strappa ancora e due liberi di Piazza sigillano il 23-15 del 10'

E' un sontuoso secondo periodo quello che la Elachem costruisce riuscendo a non farsi schiantare dalla formazione di casa. I ducali mordono dietro e in attacco prendono buoni tiri: nasce così il l'8-0 che porta il quintetto di coach Paolo Piazza dal 33-21 al 33-29 del 16'. Adesso l'inerzia è tutta dei ducali che capitalizzano con Passerini il tecnico alla panchina di casa e poi mettono la testa avanti per la prima volta con un appoggio di Rossi: mancano 23” e il punteggio è 35-37. Padova non riesce a rimettere la gara in equilibrio e, anzi, Mazzucchelli indovina il triplone al buzzer per il 35-40 del riposo lungo.

La partita sale di colpi con Padova che riparte fortissimo e costruisce un brak di 12-6 che riapre i giochi. Ci sono allora Milani a piazzare la tripla del 47-49 e Passerini ad allungare. I padroni di casa provano a cambiare difesa e rosicchiano punti sino al 53-53. Ma la Elachem risponde ancora con Verri e con i pick-and-roll laterali di Dell'Agnello che fanno malissimo. Al penultimo stop però la partita è apertissima: 60-62.

Vigevano però c'è, di testa, di cuore, di gambe e Dell'Agnello torna al colpire: sul 60-66 la sensazione che il colpo del k.o. sia vicinissimo. Ma non arriva. Poi, d'incanto, tutto va a posto: Passerini trova la tripla del 60-69; Filippini allunga. Si intravede il traguardo. In mezzo però ci sono ancora gli ultimi colpi di coda dell'Antenore. Schiavon ciuffa dall'angolo, torna la zona («l'abbiamo attaccata con lucidità», dirà poi coach Piazza), Dell'Agnello incassa un tecnico per “flopping” e Padova è ancora lì con 3'52” che non passano mai. La difesa si allunga a braccare la palla, Vigevano supera bene il pressing e tiene gli avversari lontani. L'ultimo sussulto di Morgillo (67-73 con 1'27” sul cronometro) non basta. In uscita dal time-out Vigevano la chiude d'autorità. Forse la grande svolta si è compiuta. Domenica si torna nell'area: ma matare c'è Soresina.

Antenore Energia Padova: Piazza 16, De Nicolao 8, Ferrari 13, Schiavon 16, Morgillo 6, Mazzonetto, Bianconi 7, Calò 4, Pellicano; n.e. Visone e Dagnello. All. Rubini

Elachem Vigevano: Mazzucchelli 3, Passerini 17, Brigato 4, Dell'Agnello 20, Filippini 7, Verri 11, Rossi 4, Milani 9, Beretta 3; n.e. Rosa e Martinoli. All. Piazza.

Parziali: 23-15; 35-40; 60-62.

Tiri liberi: Padova 14/18; Vigevano 12/16.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400