Il video sotto accusa

De Rodolfi: «Nessun caso di positività al covid-19 tra gli ospiti»

L’Rsa risponde punto per punto alle dichiarazioni dell'avvocato Furio Suvilla di “Vigevano Futura”.

Ilaria Dainesi

20 Marzo 2020 - 16:30

De Rodolfi: «Nessun caso di positività al covid-19 tra gli ospiti»

Immagine di repertorio

I vertici della Multiservizi: «Notizie false, che creano allarme sociale».

Non si sono registrati casi di pazienti positivi al coronavirus tra gli ospiti dell’Rsa vigevanese. Lo chiariscono i vertici del De Rodolfi in risposta a un video apparso ieri sulla pagina Facebook di “Vigevano Futura”, ribattendo a una serie di affermazioni dell'esponente Furio Suvilla. «In questo momento di emergenza internazionale – si legge nella nota dell’azienda speciale multiservizi Vigevano – dovuto alla pandemia del coronavirus, a Vigevano c’è chi impiega il proprio tempo a diffondere notizie false che creano allarme sociale ed a lanciare velate accuse via Facebook nei riguardi dell’Asmv mettendo in dubbio la professionalità della direzione e del suo personale. La Rsa De Rodolfi, ad oggi, non ha fatto registrare alcun caso di positività al covid-19 fra gli ospiti».

(nella foto in alto, il video dell'avvocato Suvilla apparso ieri sulla pagina di "Vigevano Futura")

La Multiservizi specifica che l’attività del centro diurno è stata sospesa il 21 febbraio; il giorno prima l’Rsa aveva avuto notizia che un volontario addetto al trasporto era risultato positivo al covid, e si era provveduto a chiudere immediatamente il centro diurno e a mettere in quarantena gli autisti che avevano avuto contatti con il positivo.

La figlia di una signora, utente del centro diurno, aveva comunicato alla struttura di essere stata sottoposta a ricovero ospedaliero insieme a tutta la sua famiglia; il 10 marzo è stata data notizia del decesso della signora.

Il 28 febbraio una signora ospite dell’Rsa presentava un quadro clinico assimilabile al coronavirus: trasferita all’ospedale di Vigevano, la paziente è stata dimessa dopo alcuni giorni con una diagnosi di polmonite batterica, con tampone negativo al covid-19. Nel frattempo, erano state messe in atto tutte le azioni di quarantena previste dalla struttura sanitaria.

Il personale dell’Rsa che ha avuto contatti con soggetti positivi al covid o ha accusato stati febbrili è stato allontanato dal servizio per 14 giorni, o fino a esito negativo del tampone.  «Tali scelte – scrivono il dottor Giuseppe Borroni e il direttore della Multiservizi, il dottor Andrea Deplanotempestive e draconiane, unite alla professionalità e all’abnegazione di tutto il nostro personale, hanno permesso di raggiungere un ottimo risultato ad oggi di zero covid-19 positivi tra gli ospiti dell’Rsa, caso pressoché unico nel distretto lomellino. Quanto agli anziani febbricitanti, il loro numero rientra in quello tipico stagionale e vengono trattati con terapia antibiotica a cui reagiscono positivamente. Il direttore sanitario dottor Giuseppe Borroni ha rassegnato le proprie dimissioni per motivi di salute il 13 marzo, ed è stato sostituito dalla dottoressa Viviana Martellosio. Tali dimissioni non hanno nulla a che vedere con l’emergenza in corso. Quanto all’insabbiamento supposto dalle notizie riguardanti il caso covid-19, l’autore del video dovrebbe ricordare che i dati sanitari sono protetti dal massimo livello di riservatezza stabilito dalle normative europee e quindi è naturale che non si diffondano i dati sulle condizioni dei nostri ospiti o del personale al mondo intero, ma vengano comunicati unicamente ai soggetti che ne hanno titolo (parenti e organi di vigilanza Ats e Regione). Contrariamente a quanto affermato nel video con termini triviali, che mal si addicono a chi vuole fare campagna elettorale in questo periodo di emergenza, i cittadini di Vigevano non sono carne da macello ma, quando si rivolgono all’Asmv, sono persone che vengono curate con professionalità, rispetto e amore da parte di tutto il nostro personale. A questo va il mio personale ringraziamento, quello del Presidente e di tutto il consiglio di amministrazione per l'impegno profuso in questo periodo di emergenza. Penso che anche tutta la cittadinanza debba unirsi a ciò».

 

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Coronavirus: quali effetti sul commercio?

Coronavirus: quali effetti sul commercio?

ascom pavia

Pavia-Hildesheim, 20 anni di gemellaggio

Pavia-Hildesheim, 20 anni di gemellaggio

pavia

Contrasto alla ludopatia, assistenza anche in emergenza coronavirus

Contrasto alla ludopatia, assistenza anche in emergenza coronavirus

La logisitca CRI per la Lombardia, gestita a Valle Lomellina

La logisitca CRI per la Lombardia, gestita a Valle Lomellina

sala operativa regionale

“Giovani, state a casa”, l’appello dell’assessore Cantoni

“Giovani, state a casa”, l’appello dell’assessore Cantoni

pavia

Uscite ingiustificate: nuovo appello del Comune di Pavia

Uscite ingiustificate: nuovo appello del Comune di Pavia

Dentisti: come comportarsi in questo periodo?

Dentisti: come comportarsi in questo periodo?

il consiglio

Pavia, 31 anni fa il crollo della Torre Civica

Pavia, 31 anni fa il crollo della Torre Civica

il ricordo

A Pavia prosegue il servizio di lavaggio straordinario delle strade

A Pavia prosegue il servizio di lavaggio straordinario delle strade

emergenza coronavirus