regione

#RipartiLombardia insieme ai territori

Promosso con le Camere di Commercio.

Ilaria Dainesi

14 Maggio 2020 - 15:06

Un tour attraverso le realtà provinciali lombarde per acquisire direttamente dal territorio una fotografia concreta e reale della situazione dei diversi settori economici e produttivi, con l’obiettivo di finalizzare il più possibile gli interventi legislativi e di indirizzo che dovranno caratterizzare la ripresa e la ripartenza lombarda dopo l’avvio della cosiddetta "Fase 2".

«Con questo tour, che toccherà tutte le realtà provinciali lombarde, vogliamo accompagnare in particolare le realtà economiche e produttive in questa “fase 2”, cercando di interpretare e cogliere in tempo reale eventuali necessità ed esigenze che dovessero emergere man mano – ha sottolineato il presidente del consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi, aprendo oggi a Palazzo Pirelli la conferenza stampa di presentazione di #RipartiLombardia – Le categorie e il mondo delle imprese ci stanno chiedendo soprattutto quattro cose: regole di accesso ai bandi più veloci e semplificate e con un minor numero di certificazioni da produrre; meno burocrazia e procedure amministrative più snelle; tempi di pagamento certi, puntuali e tempestivi; garantire subito l’accesso alla liquidità, requisito oggi fondamentale per ripartire. Sono punti su cui cercheremo di trovare soluzioni e fornire risposte immediate».

In occasione delle varie tappe provinciali, il Consiglio regionale metterà a disposizione dei territori gli strumenti di analisi e monitoraggio realizzati da Polis-Lombardia a seguito dell’emergenza legata al Covid-19. Sul turismo, settore particolarmente penalizzato, è prevista la collaborazione e il contributo di Explora.

«Una iniziativa particolarmente utile e positiva e di cui ringrazio e mi complimento con l’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale – ha sottolineato  Attilio Fontana – Sono certo che da questi incontri potranno uscire contributi e indicazioni utili anche per il lavoro della Giunta regionale e auspico che su molti aspetti e azioni da mettere in campo ci possa essere ampia condivisione».

Il vice presidente del Consiglio Carlo Borghetti (PD) ha sottolineato durante la conferenza stampa come «il consiglio regionale con questa iniziativa si mette in ascolto dei territori, esercitando il suo ruolo attraverso l’ufficio di presidenza e i consiglieri eletti nelle varie province, in autonomia dalla giunta, per supportare al meglio il lavoro delle commissioni in vista delle proposte che saranno formulate per uscire dalla crisi».

Alla presentazione in Sala Pirelli è intervenuta anche la vice presidente Francesca Brianza (Lega) che ha evidenziato come «questa iniziativa sarà di cruciale importanza anche una volta usciti dalla fase emergenziale e ci consentirà di pensare a tutti i cambiamenti epocali che sarà necessario predisporre per quanto riguarda ad esempio il mondo del lavoro, la sanità e i trasporti. Capire preventivamente le esigenze dei vari comparti produttivi è fondamentale per ripartire prontamente ed essere preparati anche nella gestione di eventuali nuove emergenze».

Gli incontri avranno un carattere prettamente operativo su precise linee di intervento e avranno come referente prioritario il Presidente delle Camere di Commercio: coinvolgeranno inoltre il sindaco del Comune capoluogo, il presidente della Provincia, i rappresentanti degli ordini professionali, i rappresentanti delle Università lombarde, delle categorie produttive e del terzo settore, e i responsabili sui temi del lavoro delle Diocesi lombarde. Saranno invitati a partecipare i rappresentati di Anci Lombardia e sarà valutata di volta in volta la partecipazione di altri soggetti ritenuti rilevanti per ciascun territorio: saranno presenti anche i consiglieri regionali eletti nella provincia. Al termine di ogni incontro verrà redatto un resoconto che sarà trasmesso alla conferenza dei capigruppo consiliari, alla giunta regionale e agli enti regionali coinvolti per competenza. A conclusione del percorso, i contributi raccolti sul territorio andranno a costituire un documento finaledell’Ufficio di Presidenza che, integrato con il rapporto di Polis-Lombardia, sarà trasmesso alle Commissioni consiliari a supporto della loro attività.

Per il consigliere segretario Giovanni Malanchini (Lega) «il consiglio regionale ha il dovere di lavorare avendo come primo riferimento i cittadini e le imprese. In questo momento di particolare difficoltà dovuto all’emergenza sanitaria in corso, l’Ufficio di presidenza intende pertanto rapportarsi in maniera diretta con il mondo del lavoro e con il territorio, recependo ogni proposta utile a rendere il più possibile efficace l'azione del consiglio regionale».

«Il progetto #RipartiLombardia è l’esempio di una politica coesa e finalizzata alla risoluzione dei problemi  – ha aggiunto infine il consigliere segretario Dario Violi (M5Stelle) – Credo che, in un momento storico così difficile come quello che stiamo attraversando, sia quanto mai necessario un confronto costruttivo e mirato con le categorie produttive. Il territorio bergamasco, di cui sono rappresentante istituzionale, anche se duramente colpito, ha dimostrato la capacità di ripartire in breve tempo e la volontà di ricostruire il tessuto sociale ed economico senza mai arrendersi. In quanto istituzioni dobbiamo lavorare insieme al territorio, assecondarne le esigenze e agevolarne la ripartenza. Lo dobbiamo soprattutto a chi ha perso tanto e ha maggiormente sofferto». 

Il primo appuntamento sarà a Como lunedì 18 maggio alle ore 10, coinvolgendo anche la realtà di Lecco: venerdì 22 maggio toccherà a Brescia alle ore 10 e a Mantova alle ore 15; lunedì 25 maggio Sondrio alle ore 10; mercoledì 27 maggio Bergamo alle ore 10; venerdì 29 maggio Varese alle ore 10 e Pavia alle ore 15; venerdì 5 giugno Cremona alle ore 10 e lunedì 8 giugno Milano alle ore 10 coinvolgendo anche le realtà diLodi e Monza Brianza.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Pavia: ristoratore obbligato a rimuovere i tavoli per un errore nel permesso

Pavia: ristoratore obbligato a rimuovere i tavoli per un errore nel permesso

Mede: cassonetti pieni e rifiuti abbandonati in strada

Video di Alex Morandi

Mede: cassonetti pieni e rifiuti abbandonati in strada

Il video

Vigevano, gli interventi dei militari volontari dell'Acismom in supporto alla polizia locale

Vigevano, gli interventi dei militari volontari dell'Acismom in supporto alla polizia locale

il bilancio

Rassegna stampa Informatore Vigevanese

Rassegna stampa Informatore Vigevanese

EDIZIONE 4 GIUGNO

Il microfono resta acceso... il traduttore insulta in diretta l'europarlamentare Angelo Ciocca

Il microfono resta acceso... il traduttore insulta in diretta l'europarlamentare Angelo Ciocca

E' accaduto oggi durante una video-conferenza

A Pavia invece restano chiusi parchi e aree giochi

A Pavia invece restano chiusi parchi e aree giochi

Nel video le parole del sindaco del capoluogo, Fabrizio Fracassi

Vigevano, riaperto il Parco Parri

Vigevano, riaperto il Parco Parri

Da venerdì della scorsa settimana

Pavia-Hildesheim, 20 anni di gemellaggio

Pavia-Hildesheim, 20 anni di gemellaggio

pavia

Davide Ferro: "Un messaggio di positività"

Davide Ferro: "Un messaggio di positività"

L'intervista video