Condannato a 16 anni

«Ci sono nuove prove». Stasi chiede la revisione della sentenza

Umberto Zanichelli

23 Giugno 2020 - 12:56

«Ci sono nuove prove». Stasi chiede la revisione della sentenza

Nuovo colpo di scena nel delitto di Garlasco. Il legale: «Trovati elementi mai valutati prima».

Ci sarebbero nuove prove. Così l'avvocato Laura Panciroli, che dal dicembre scorso lo assiste, ha depositato una richiesta di revisione della sentenza a carico di Alberto Stasi, condannato in via definitiva nel dicembre di cinque anni fa a 16 anni per l'omicidio della fidanzata Chiara Poggi, avvenuto a Garlasco il 13 agosto 2007. L'avvocato rivela che “sono stati individuati e segnalati alla Corte d'Appello di Brescia elementi nuovi che non sono mai stati valutati prima in grado di escludere, una volta per tutte, le responsabilità del mio assistito» Una precedente richiesta di riapertura del caso era stata respinta dalla Cassazione nel giugno di tre anni fa.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

il sopralluogo

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

oggi a mede

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

pavia

Mede, festa in piazza per i diciottenni

Mede, festa in piazza per i diciottenni

ieri

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

natura

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

pavia

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

voghera

Trenini turistici, si torna a bordo

Trenini turistici, si torna a bordo

pavia

Teatro Fraschini, via ai restauri

Teatro Fraschini, via ai restauri

pavia