alluvione sesia

Coldiretti Pavia: «Raccolti distrutti e danni enormi. Serve una risposta rapida»

Questa mattina il sopralluogo alla presenza dell'assessore regionale all'agricoltura.

Ilaria Dainesi

10 Ottobre 2020 - 15:54

Coldiretti Pavia: «Raccolti distrutti e danni enormi. Serve una risposta rapida»

I danni alle aziende agricole al confine tra Lombardia e Piemonte causati dalla piena del fiume Sesia lo scorso fine settimana.

«Questa mattina (sabato) abbiamo fatto un sopralluogo nei luoghi colpiti dall’alluvione insieme all’assessore regionale all’agricoltura Fabio Rolfi – fa sapere Stefano Greppi, presidente di Coldiretti Pavia – La regione Lombardia si è già attivata per presentare al Governo la richiesta di stato di calamità, ma serve una risposta rapida da parte di tutte le istituzioni: i nostri risicoltori meritano di avere il ristoro completo degli enormi danni subiti. Stiamo raccogliendo gli ultimi dati, e a breve potremo dare un quadro preciso della situazione. Quello che emerge fino ad ora, in ogni caso, è un quadro allarmante: le risaie inondate dall’acqua e dal fango hanno subito danni enormi. In molte zone sarà impossibile procedere alla mietitura, mentre in altri casi ci sarà certamente un danno alla qualità del poco raccolto sopravvissuto alla furia dell’acqua».

Quella del riso – Pavia è la prima provincia risicola d’Europa, dove si coltivano 80mila ettari di risaie e si concentrano 1500 aziende agricole specializzate  – non è però l'unica coltura che ha subito pesanti conseguenze. Coldiretti, infatti, segnala che anche soia, grano e pioppeti hanno riportato danni, travolti dall'alluvione. Senza contare i problemi ai macchinari, alle aziende agricole e al sistema irriguo. «Una zona che, tra l’altro, era già stata colpita da una violenta grandinata pochi giorni prima dell’alluvione – sottolinea il presidente di Coldiretti Pavia Greppi – Anche per questo serve un’azione rapida da parte delle istituzioni, perché gli agricoltori non possono permettersi di aspettare troppo tempo per vedersi risarciti i danni».

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Le poesie di Rodari sulle panchine decorate da Ale Puro

Le poesie di Rodari sulle panchine decorate da Ale Puro

a mede

Vigevano, in Castello la collana di opere presentata da Astrolabio

Vigevano, in Castello la collana di opere presentata da Astrolabio

Sino all'8 novembre

Contrasto al Covid: il Rotary dona mascherine alla Croce Verde

Contrasto al Covid: il Rotary dona mascherine alla Croce Verde

L'iniziativa

Vigevano, anche il sindaco al fianco di artisti, palestre e scuole di danza

Vigevano, anche il sindaco al fianco di artisti, palestre e scuole di danza

Le parole di Andrea Ceffa: non dobbiamo permettere che il Covid ci uccida, ma neanche che ci uccida tutto il resto

Vigevano: palestre e scuole di danza in piazza, «per noi questo è l'unico lavoro»

Vigevano: palestre e scuole di danza in piazza, «per noi questo è l'unico lavoro»

Questa mattina la manifestazione: siamo anche disposti a seguire regole più rigide, chiediamo solo che il governo ci permetta di lavorare e di vivere con dignità

Candia, ex statale riaperta a tempo di record

Candia, ex statale riaperta a tempo di record

Era stata danneggiata dall'esondazione del Sesia ad inizio ottobre

Rassegna stampa Informatore Vigevanese

Rassegna stampa Informatore Vigevanese

edizione 29 ottobre

Vigevano, in piazza al grido di "Libertà, libertà”

Vigevano, in piazza al grido di "Libertà, libertà”

I manifestanti si sono radunati attorno alle 19 davanti alla statua di San Giovannino

Vigevano, palestre e piscine: «costretti a chiudere in modo forzato»

Vigevano, palestre e piscine: «costretti a chiudere in modo forzato»

Vigevano, lo sport con il fiato sospeso per l'emergenza Covid 19