Vigevano, l’omicidio

Ucciso con un martello da muratore e gettato nel fiume: in carcere i 2 sospettati

In attesa dell’interrogatorio di garanzia da parte del Gip.

Ilaria Dainesi

11 Febbraio 2021 - 21:07

Le ricerche della salma di Filippo Incarbone sono iniziate questa mattina (giovedì) in zona “Ramo delle Streghe”, alla Buccella, e sono proseguite fino al tardo pomeriggio, con esito negativo. Riprenderanno nella giornata di domani.

Brutalmente ucciso con un martello da muratore, con il quale sarebbe stato colpito più e più volte. Il cadavere poi gettato nel Ticino. Per l’omicidio di Filippo Incarbone – autotrasportatore 49enne di origini leccesi, da anni residente a Vigevano, scomparso da oltre un mese (l’ultimo contatto risale al 3 gennaio, il fratello ha denunciato la scomparsa il 29 gennaio) – sono finiti in carcere a Pavia, in attesa dell’interrogatorio di garanzia del Gip, Michael Mangano, 31 anni, e Gianluca Iacullo, 43 anni, entrambi residenti a Vigevano. Mangano è stato denunciato per omicidio volontario, distruzione di cadavere, estorsione, rapina, spaccio di sostanze stupefacenti; il suo complice Iacullo per i reati di omicidio volontario e distruzione di cadavere.

L’omicidio sarebbe avvenuto nell’abitazione di Mangano, tra il 4 e il 6 gennaio, dove si erano ritrovati i due sospettati e la vittima, che li conosceva. Pare che Incarbone avesse problemi di soldi, probabilmente legati al consumo di droga che non riusciva a pagare perché negli ultimi tempi era rimasto senza lavoro; il 49enne spesso veniva costretto a fare le pulizie e a lavorare come autista, succube di Mangano. Volarono insulti, poi venne chiesto a Incarbone di ripagare il suo debito. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, Mangano lo avrebbe colpito con un martello in varie parti del corpo, fino a ucciderlo. Con l’aiuto di Iacullo, si sarebbe poi disfato del cadavere, trasportandolo fino in zona Ramo delle Streghe per gettarlo nel fiume.

Un testimone oculare avrebbe visto i due uomini trasportare la salma di notte dalla casa di Mangano, utilizzando un veicolo poi risultato intestato a Iacullo. Quest’ultimo, portato in caserma, ha poi ammesso le proprie responsabilità; è stato quindi sottoposto a fermo d’indiziato di delitto. Nella tarda serata di ieri (mercoledì) i carabinieri del maggiore Paolo Banzatti hanno rintracciato Mangano mentre viaggiava a bordo di un’auto, alla cui guida c’era un amico; i militari, prima di sottoporlo a fermo d’indiziato di delitto, lo hanno sorpreso cedere una dose di eroina. Tra il 9 e il 10 febbraio gli investigatori della Compagnia di Vigevano avevano inoltre acquisito una serie di testimonianze, anche di imprenditori della zona, i quali hanno raccontato di essere stati taglieggiati e minacciati da Mangano.

L’abitazione di Mangano e due auto, che potrebbero essere state usate per commettere l’omicidio, sono state sequestrate; saranno analizzate nei prossimi giorni dai Ris di Parma.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Il video

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Pavia

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Zona gialla

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Pavia

Covid, neo laureata subito in campo

Covid, neo laureata subito in campo

Pavia

Il grido di dolore del settore alberghiero

Giovanni Merlino, presidente di Federalberghi Pavia

Il grido di dolore del settore alberghiero

Pavia

La corretta alimentazione durante il periodo del Covid

La corretta alimentazione durante il periodo del Covid

e-book

Donazione della Protezione Civile di Sartirana all'AGAL

Donazione della Protezione Civile di Sartirana all'AGAL

il video

La campanella torna a suonare: bimbi nuovamente a scuola

La campanella torna a suonare: bimbi nuovamente a scuola

Pavia