All'alba di oggi

Operazione antidroga dei carabinieri di Milano: arresti anche in provincia di Pavia

Umberto Zanichelli

12 Aprile 2021 - 11:58

In manette 37 persone e sequestrati 35 chili di sostanze stupefacenti, 100 euro in contanti, 6 pistole e una carabina.

Trentasette persone arrestate; 35 chili di droga sequestrate oltre a 6 pistole e 1 carabina; 100 mila euro in contanti e 45 perquisizioni domiciliari. Sono i "numeri" dell'operazione "Arhat" dei carabinieri di Milano che ha interessato numerose province italiane tra cui quella di Pavia. 

Secondo l'accusa l'organizzazione avrebbe immesso sul mercato nazionale droga per un ammontare di almeno 4 milioni di euro. La base logistica era un appartamento in zona Sempione a Milano dove viveva una coppia con un figlio di 11 anni. I carabinieri hanno effettuato 45 perquisizioni domiciliari.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Blue Rose Donna, l'associazione che tutela le donne vittime di violenza

Blue Rose Donna, l'associazione che tutela le donne vittime di violenza

san martino siccomario

Un corso di meditazione per gli studenti di Medicina

Un corso di meditazione per gli studenti di Medicina

pavia

Corso di laurea in Odontoiatria: l’importanza della pratica in presenza

Corso di laurea in Odontoiatria: l’importanza della pratica in presenza

pavia

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Incidente stradale a Cassolnovo: le immagini dei soccorsi

Il video

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Il CAV Pavia lancia un importante appello

Pavia

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Sabato sera, la situazione in centro storico a Vigevano

Zona gialla

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Il regista Giuseppe Di Giorgio annuncia due progetti imminenti

Pavia

Covid, neo laureata subito in campo

Covid, neo laureata subito in campo

Pavia

Il grido di dolore del settore alberghiero

Giovanni Merlino, presidente di Federalberghi Pavia

Il grido di dolore del settore alberghiero

Pavia