Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

a parona

Clir: dipendente rimasto senza stipendio blocca il cancello per protesta

Momenti di tensione questa mattina (venerdì) davanti alla sede della società.

Ilaria Dainesi

Email:

ilaria.dainesi@ievve.com

23 Luglio 2021 - 17:47

L'esasperazione tra i dipendenti di Clir è sfociata questa mattina (venerdì) con la protesta di un lavoratore che ha impedito ad alcuni camion di Tecknoservice di accedere all'interno della sede di Parona per scaricare i rifiuti di vetro. Il lavoratore si chiama Cosimo Daloiso ed è dipendente di Clir da 14 anni. Come altri colleghi, non sta percependo più lo stipendio a causa della grave situazione finanziaria della società. «Siamo qui allo sbaraglio – è il suo sfogo – nessuno firma il nostro licenziamento per giusta causa. L'azienda non ha più liquidità, non ha più i contratti e ha i mezzi fermi senza assicurazione. Io sono uno di quelli a cui mancano pochi mesi per andare in pensione. Ho fatto questo gesto a malincuore, e comunque dopo aver avvisato i componenti del Cda e il sindacato. Quello che sta accadendo non è giusto».

Dal consiglio di amministrazione di Clir fanno sapere di essere in trattativa con i sindacati per attivare gli ammortizzatori sociali e le procedure per il licenziamento collettivo. «Essendo un provvedimento straordinario – spiega Antonello Galiani, presidente pro tempore della società – serve l'accordo di tutto il Cda. Ci stiamo confrontando con i sindacati per individuare la soluzione più opportuna. Ci rendiamo conto che la situazione è delicatissima. Stiamo provando a fare di tutto per cercare di tutelare i lavoratori di Clir».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400