Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CILAVEGNA

Animali a rischio abbattimento. La Lav: «Intervengano Procura e Comune»

Erano stati ritrovati a settembre in un allevamento clandestino

Umberto Zanichelli

Email:

umberto.zanichelli@ievve.com

29 Novembre 2021 - 18:19

Animali a rischio abbattimento. La Lav: «Intervengano Procura e Comune»

Un allevamento di maiali (foto di repertorio)

«Procura della Repubblica e Comune di Cilavegna intervengano al più presto perché sia accolta la richiesta di sottrarre gli animali alla reintroduzione nella filiera alimentare o all'incenerimento». Gli animali a cui fanno riferimento Lav Oltrepò Pavese, La Casa di Duca e Pippi Odv e Centro Stalli, sono quelli ritrovati ad inizio settembre in un allevamento clandestino a Cilavegna. In quella circostanza erano stati rinvenuti una sessantina di maiali, un asino, quattro bovini, alcuni polli e conigli in condizioni di estremo degrado oltre ad un ingente quantitativo di carni, salumi e formaggi destinati alla rivendita non conservati in modo adeguato o in stato di decomposizione ed un container per la macellazione clandestina.

Nell'allevamento clandestino erano stati ritrovati una sessantina di maiali

La Lav, attraverso il suo legale, l'avvocato Barbara Citterio, aveva presentato istanza di sequestro alla Procura della Repubblica ed inviato una diffida al sindaco di Cilavegna, Giovanna Falzone, invitandola ad assumere la custodia degli animali. 

«Nonostante le azioni legali e il continuo impegno dei volontari e dei cittadini- si legge in una nota della Lav - ad oggi non sono stati adottati provvedimenti. Il timore è che questo silenzio della Procura possa portare alla macellazione degli animali, compresi quelli che, nel frattempo, hanno già trovato persone disposte ad accoglierli».

La Lav chiede l'intervento della Procura della Repubblica

«L'articolo 1 della Convenzione Europea per la protezione degli animali da compagnia - rileva ancora la Lav - li definisce come animale da compagnia ogni esemplare tenuto dall'uomo, in particolare presso il suo alloggio domestico, per suo diletto o compagnia senza restrizione per specie, origine o provenienza, considerando in questo modo da compagnia ogni animale anche inizialmente allevato per la produzione di alimenti».  

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400