Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

vigevano

Musica sacra e coro di voci bianche

Sabato sera il concerto in Duomo dell’Unicef con gli studenti del Bussi.

Ilaria Dainesi

Email:

ilaria.dainesi@ievve.com

17 Dicembre 2021 - 16:30

Musica sacra e coro di voci bianche

Immagine di repertorio

Sarà un concerto da non perdere quello di musica classica in programma sabato sera alle 21 all’interno del Duomo di Vigevano (ingresso libero fino a esaurimento posti). Non solo per le atmosfere suggestive che saranno evocate durante l’esibizione, ma anche per la presenza del coro di voci bianchi della scuola media Bussi. L’evento è organizzato dall’Unicef, in collaborazione con il Comune e la Fondazione di Piacenza e Vigevano, con il supporto di numerosi sponsor privati.

La conferenza stampa di presentazione dell'evento. Da sinistra: don Paolo Lobiati, il professor Mario Mussini, il professor Gianluca Petagna, il professor Vittorio Artioli

«La particolarità – spiega Mario Mussini, referente Unicef di Vigevano – della serata sarà l’esibizione di due corali diverse: la Cappella musicale della Cattedrale di Vigevano e la Corale Lirica Ambrosiana. Il nostro obiettivo rimane raccogliere fondi a favore dei bambini che vivono in condizioni svantaggiate. La nostra città si è sempre dimostrata sensibile al problema».

Il coro liturgico della Cappella musicale della Cattedrale di Vigevano (organista Gian Piero Fornaro) proporrà brani inediti tratti dal “Llibre Vermell”, manoscritto conservato nel monastero di Montserrat, vicino a Barcellona, che presenta una collezione di canti medievali. «È l’unico manoscritto – ha spiegato il direttore don Paolo Lobiati – sopravvissuto al saccheggio napoleonico del monastero. C’è quindi un valore simbolico, legato al particolare momento che stiamo vivendo e alla voglia di andare avanti e di superare una fase difficile. E un valore artistico: saranno proposte armonie ancestrali, arcaiche, cercando di ricreare quelle alchimie sonore tipiche del Medioevo».

La Corale Lirica Ambrosiana – diretta da Robero Ardigò, organista il professor Gianluca Petagna – proporrà invece la “Deutsche Messe” D872 di Franz Schubert. C’è attesa per l’esibizione del coro di voci bianche del Bussi, composto da 45 studenti di prima e seconda media, diretto dal professor Vittorio Artioli, che spiega: «Il coro è nato quest’anno da un’idea del professor Petagna. “Facciamo qualcosa di bello dopo la pandemia” mi ha proposto. E così siamo partiti, riscuotendo un grande entusiasmo da parte dei ragazzi». Al termine del concerto, il gruppo Alpini distribuirà fette di panettone e bevande calde sul sagrato del Duomo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400