Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LIBRI APERTI

Un cold case per Rocco Schiavone

"Le ossa parlano" è Il nuovo capitolo delle indagini del vice questore Rocco Schiavone. Il personaggio creato da Antonio Manzini chiude con Roma: "Non gli somiglia più"

Bruno Ansani

Email:

bruno.ansani@ievve.com

16 Gennaio 2022 - 19:01

Un cold case per Rocco Schiavone

Foto: Marco Giallini nei panni di Rocco Schiavone nella serie prodotta dalla Rai

"Le ossa parlano" è il nuovo libro di Antonio Manzini che vede il vice questore Rocco Schiavone come protagonista. Sciolti molti nodi del passato in "Vecchie conoscenze", Rocco deve ricominciare da zero e non sarà facile. 

Il primo passo è il distacco da Roma come Antonio Manzini racconta nelle  pagine iniziali dell'undicesimo romanzo con protagonista l'amato vicequestore, appena arrivato in libreria per Sellerio, ma il cuore della storia è l'infanzia violentata, abusata e negata. 

 "Quello da Roma è un distacco definitivo. Se non sarà per cause di forza maggiore Rocco non ci tornerà più. Ormai Roma non è più lui. Mi piace vedere che il tempo passa su questo personaggio e cambiano le sue abitudini, le frequentazioni.- ha dichiarato Manzini in un 'intervista all'ANSA - Rocco si stacca perchè ormai non gli assomiglia più". Schiavone si porta via però lo specchio della moglie Marina che ha sempre nel cuore, nell'anima, nel cervello, è la sua vita. "Dalla moglie non si può staccare, è difficile farlo dalle cose non fisiche. Il pensiero della moglie ci sarà sempre. Sta diventando una malattia mentale", spiega Manzini. 

In questo nuovo capitolo si parte da delle ossa umane rinvenute in un bosco da un medico in pensione. È il cadavere di un bambino. Michela Gambino della scientifica di Aosta, le cui manie complottiste la fanno apparire come una paranoica, è però straordinariamente competente e riesce a determinare i principali dettagli: circa dieci anni, morte per strangolamento, probabile violenza.

L’esame dei reperti, un’indagine complessa e piena di ostacoli, permette infine di arrivare a un nome e a una data: Mirko, scomparso sei anni prima. La madre, una donna sola, non si era mai rassegnata. L’ultima volta era stato visto seduto su un muretto, vicino alla scuola dopo le lezioni, in attesa apparentemente di qualcuno.

Un cold case per il vicequestore Schiavone, che lo prende non come la solita rottura di decimo livello, ma con dolente compassione, e con il disgusto di dover avere a che fare con i codici segreti di un mondo disumano.

Antonio Manzini, Le ossa parlano. Sellerio - 397 pagine. 15 euro

Dove acquistarlo: ma in libreria, naturalmente. O sui siti che sapete

Dove vedere la serie tv Rocco Schiavone Raiplay Amazon Prime

La sigla della serie Rocco Schiavone: Burning Seas (Duke Garwood)

'Sticazzi o mecojoni? Rocco ci spiega l'articolo 7 della Costituzione romana

Il siparietto di Antonio Manzini, ospite della Rassegna letteraria di Vigevano ad ottobre 2021: "Io il personaggio di D'Intino lo volevo uccidere"

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400