Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

La ricorrenza

Festa del papà: film, libri e dolci per prepararsi al 19 marzo

Si celebra San Giuseppe, protettore dei padri di famiglia e patrono della Chiesa universale

Ilaria Dainesi

Email:

ilaria.dainesi@ievve.com

13 Marzo 2022 - 12:08

Festa del papà: film, libri e dolci per prepararsi al 19 marzo

La festa del papà esiste in tutto il mondo, ma non dappertutto si celebra il 19 marzo, giorno di San Giuseppe, proclamato protettore dei padri di famiglia e patrono della Chiesa universale. I primi festeggiamenti risalgono al 1030, da parte dei monaci benedettini e nel 1621 papa Gregorio XV li estese a tutta la Chiesa.

Vittore Carpaccio, 1500-1510, Fuga in Egitto: tempera su tavola, National Gallery of Art di Washington.

Il 19 marzo venne considerato giorno festivo anche agli effetti civili fino al 1976; in Svizzera, nel Canton Ticino, è ancora oggi un giorno festivo a tutti gli effetti. In questa data viene celebrata nei Paesi di tradizione cattolica: oltre all’Italia, in Spagna, Bolivia, Portogallo, Andorra. Nei Paesi anglosassoni, invece, la festa del papà ricorre nel mese di giugno, più precisamente nella terza domenica.

 

LIBRI

Per chi ama leggere, c’è l’imbarazzo della scelta. Vi proponiamo cinque titoli, che potrebbero anche diventare idee regalo.

 

 

  • Prima che tu venga al mondo, Massimo GramelliniIl racconto di una trasformazione e di un’attesa. Nove capitoli, uno per ogni mese di «gravidanza», che compongono una lunga lettera, emozionante e ironica, destinata a un bambino che non c’è ancora. 

 

 

  • Gli sdraiati, Michele Serrra. Un romanzo comico, un romanzo di avventure, una storia di rabbia, amore e malinconia. Ed è anche il piccolo monumento a una generazione che si è allungata orizzontalmente nel mondo, e forse da quella posizione riesce a vedere cose che gli "eretti" non vedono più, non vedono ancora, hanno smesso di vedere.

 

 

 

 

  • Pastorale americana, Philip Roth.Seymour Levov è alto, biondo, atletico: al liceo lo chiamano «lo Svedese». Ebreo benestante e integrato, ciò che pare attenderlo negli anni Cinquanta è una vita di successi professionali e di gioie familiari. Finché le contraddizioni del conflitto in Vietnam, esplose negli Stati Uniti, non coinvolgono anche lui, e nel modo più devastante: attraverso l'adorata figlia Merry, decisa a «portare la guerra in casa».

 

 

  • Se ti abbraccio non aver paura, Fulvio Ervas. Il verdetto di un medico ha ribaltato il mondo. La malattia di Andrea è un uragano, sette tifoni. L'autismo l'ha fatto prigioniero e Franco è diventato un cavaliere che combatte per suo figlio. Un cavaliere che non si arrende e continua a sognare. Per anni hanno viaggiato inseguendo terapie: tradizionali, sperimentali, spirituali. Adesso partono per un viaggio diverso, senza bussola e senza meta. Insieme, padre e figlio, uniti nel tempo sospeso della strada. Tagliano l'America in moto, si perdono nelle foreste del Guatemala. Per tre mesi la normalità è abolita, e non si sa più chi è diverso. Per tre mesi è Andrea a insegnare a suo padre ad abbandonarsi alla vita. 

 

 

  • Cosa resta del padre? La paternità nell’epoca ipermoderna, Massimo Recalcati. Nel tempo dell’evaporazione del padre e dello smembramento della famiglia tradizionale, cosa può avere una funzione di guida per il soggetto? Cosa resta del padre al di là del suo Ideale? Cosa rende possibile, nell’epoca del tramonto dell’Edipo, una trasmissione efficace del desiderio? Cosa significa “ereditare” la facoltà di desiderare? Come il desiderio e la Legge possono ancora accordarsi? 

 

 

FILM

Anche guardare un film può essere un modo per festeggiare la ricorrenza del 19 marzo. Ecco cinque titoli.

  • Il re leone. Diretto da Jon Favreau e prodotto dalla Walt Disney Pictures, remake dell'omonimo film del 1994.

 

 

  • La ricerca della felicità. Regia di JGabriele Muccino (2006), con Will Smith, Jaden Smith e Thandie Newton.

 

 

 

  • The Road. Regia di John Hillcoat (2009), con  Viggo Mortensen e Kodi Smit-McPhee.
     

 

  • The Tree of Life. Regia di Terrence Malick (2011), con Brad Pitt, Sean Penn e Jessica Chastain.

 

  • Mi chiamo Sam. Regia di Jessie Nelson (2001), con Sean Penn e Michelle Pfeiff.

 

 

 

DOLCI

Come ogni festa che si rispetti, anche per quella del papà non possono mancare i dolci. Il più conosciuto è una specialità napoletana, la famosa zeppola di San Giuseppe, realizzata con pasta choux, fritta o al forno, e ricoperta di crema pasticcera e marmellata di amarene. A Galliate, in provincia di Novara, si cucina il gramolino, un filoncino a base di zucchero, farina, burro e uvetta, ricoperto di granella di zucchero

Nella foto sotto: una zeppola di San Giuseppe

Ci sono anche altre varianti e specialità regionali. A Roma ci sono i bignè di San Giuseppe, in Toscana la frittella di riso, in Emilia la “raviola”, una pasta frolla richiusa con marmellata e crema che può essere fritta o passata al forno. In Sicilia, in particolare a Palermo, è tipica la sfincia di San Giuseppe: un impasto fritto e poi arricchito con crema di ricotta di pecora con gocce di cioccolato, granella di pistacchio e canditi.

La sfincia di San Giuseppe

 

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400