Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

libri aperti

"Alaska Sanders" è in arrivo l'atteso seguito del caso Quebert

In uscita il 23 maggio il nuovo romanzo di Joël Dickers e vivrà di un mistero nel mistero, fantasmi che tornano dal passato: la verità su Harry Quebert. Perché un caso non è mai veramente chiuso

Bruno Ansani

Email:

bruno.ansani@ievve.com

11 Maggio 2022 - 19:49

"Alaska Sanders" è in arrivo l'atteso seguito del caso Quebert

Sarà in libreria dal 23 maggio "Il caso Alaska Sanders", il nuovo romanzo (pubblicato da La Nave di Teseo) dello scrittore svizzero Joël Dickers. Di fatto sarà l'atteso sequel de "La verità sul caso Harry Quebert" (Bompiani), successo letterario del 2013 dal quale è stato realizzato un adattamento televisivo trasmessa da  Sky Atlantic nel 2019 e con Patrick Dempsey come protagonista.

LA STORIA

Aprile 1999, Mount Pleasant, New Hampshire. Il corpo di una giovane donna, Alaska Sanders, viene ritrovato in riva a un lago. L'inchiesta viene rapidamente chiusa, la polizia ottiene le confessioni del colpevole, che si uccide subito dopo, e del suo complice. Undici anni più tardi, però, il caso si ripresenta.

Il sergente Perry Gahalowood, che all'epoca si era occupato delle indagini, riceve una inquietante lettera anonima. E se avesse seguito una falsa pista? L'aiuto del suo amico scrittore Marcus Goldman, che ha appena ottenuto un enorme successo con La verità sul caso Harry Quebert, ispirato dalla loro comune esperienza, sarà ancora una volta fondamentale per scoprire la verità. Ma c'è un mistero nel mistero: la scomparsa di Harry Quebert. I fantasmi del passato ritornano e, fra di essi, quello di Harry Quebert.

IL CAPITOLO PRECEDENTE

La vicenda si svolge ad Aurora, una piccola cittadina fittizia nello stato del New Hampshire: è il classico posto in cui non succede nulla di nuovo o di inaspettato, in cui i ritmi di vita dei cittadini sono gli stessi da generazioni, così come i luoghi di ritrovo. Ad esempio il Clark’s, la tavola calda che è teatro di numerose scene cruciali nel romanzo, e che salda tra loro i due livelli narrativi: le indagini del 2008 sulla morte di Nola Kellergan e i continui flashback che narrano ciò che accadde nell’estate del 1975, quando Nola sembrò scomparire nel nulla.

 Nel 2008 viene rinvenuto il cadavere di Nola Kellergan nel giardino della villa del famoso scrittore e professore universitario Harry Quebert; nello zaino della ragazzina si scopre il manoscritto de Le origini del male, il libro che ha portato Quebert al successo: ecco dunque che l’arresto del noto scrittore comporta la sua successiva confessione della relazione amorosa clandestina che, nell’estate del 1975, lo aveva legato alla quindicenne Nola. Quebert, che si dichiara innocente, rischia la pena di morte, dalla quale interviene a salvarlo Marcus Goldman, suo ex allievo universitario e ormai a sua volta scrittore affermato. Sarà proprio costui a condurre la sua personale indagine che porterà alla soluzione del caso.

Joël Dickers

L'AUTORE

Joël Dicker è nato a Ginevra nel 1985. I suoi romanzi sono tradotti in 40 lingue e hanno venduto più di dieci milioni di copie. Ha pubblicato La verità sul caso Harry Quebert (2013), Gli ultimi giorni dei nostri padri (2015), Il libro dei Baltimore (2016), La scomparsa di Stephanie Mailer (2018), L’enigma della camera 622 (2020), Il caso Alaska Sanders (2022). Ha ricevuto il Prix des écrivains genevois 2010, il Grand prix du roman de l’Académie Française 2012 e il Prix Goncourt des Lycéens 2012.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400