Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

la scomparsa

Addio a Giovanna Fiorenza, anima del "Duse" e ideatrice di mille eventi

Le esequie si terranno a Vigevano domani alle 14,30 alla chiesa di San Pietro Martire

Annalisa Vella

Email:

annalisa@ievve.com

05 Novembre 2021 - 19:49

Addio a Giovanna Fiorenza, anima del "Duse" e ideatrice di mille eventi

Un bellissimo scatto di Giovanna Fiorenza

E' mancata ieri pomeriggio a 63 anni Giovanna Fiorenza conosciutissima e tanto apprezzata a Vigevano per il suo impegno come art & design promoter. Numerosissime le mostre e iniziative artistiche da lei ideate e coordinate, l'ultima delle quali in città - lo scorso maggio - intitolata “Ho Visto un genio! 3”, rassegna di video-arte che ha coinvolto Palazzo Sanseverino e la sala dell'affresco del Castello Sforzesco di Vigevano.

Direttrice artistica della Fondazione Banca Popolare di Milano, e storica collaboratrice del concorso fotografico "Vie di Fuga" indetto dall'associazione culturale Matteo Cazzani, Giovanna Fiorenza era apprezzata da tutti per la sua professionalità e gentilezza.

Giovanna Fiorenza intervistata alla inaugurazione della rassegna di video arte a Vigevano:

Il ricordo dei giurati del Premio Duse, l’Oscar femminile del teatro

«Paziente, gentile, così attiva nello stimolarci e capace di avere sempre un pensiero gentile. Così ricorderemo Giovanna, che ha ricoperto il ruolo di responsabile artistica del Premio Duse, uno dei più prestigiosi riconoscimenti del teatro italiano, nato nel 1986 e l’unico programmaticamente dedicato alle interpreti femminili, nel ricordo della grande Eleonora Duse - sono le parole di Maria Ida Bigi, Magda Poli, Renato Palazzi e Anna Bandettini -. Giovanna era “l’anima” del Duse, non solo la memoria storica del premio, quella che a ogni edizione ci ricordava chi erano le attrici insignite nelle varie edizioni, quali le discussioni del passato… Giovanna era il tramite con Alberto Cazzani, artefice del Premio con cui condivideva la determinazione a tenere viva la figura della Duse, ma soprattutto era uno stimolo importante al rinnovamento del Premio stesso, a renderlo sempre più vicino alla scena contemporanea e ai suoi cambiamenti. Giovanna era curiosa, spesso chiedeva consigli su cosa andare a vedere a teatro, informazioni o pareri su questa o quell’artista, proprio perché voleva seguire i fenomeni e le novità del palcoscenico. Per questo mancherà molto al Premio Duse, già funestato quest’anno dalla scomparsa di una giurata storica come Maria Grazia Gregori. Senza la sapienza e la sensibilità di Maria Grazia e senza la paziente capacità di ascoltarci uno uno, di saper trovare sempre una mediazione, di organizzare per noi le riunioni della giuria, spesso in posti originali, sempre con quel suo tocco di eleganza e umanità di Giovanna, il Premio Duse non sarà più come prima».

Le esequie si terranno a Vigevano domani (sabato) alle 14,30 alla chiesa di San Pietro Martire, in Piazza Beato Matteo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400