Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

VIGEVANO

In Commissione Affari Istituzionali la Proposta di Legge al Parlamento

Serve poi l'ok del governo: per la riapertura costi di gestione a carico di Regione ed Enti locali

Mario Pacali

Email:

mario.pacali@ievve.com

23 Febbraio 2022 - 17:13

In Commissione Affari Istituzionali la Proposta di Legge al Parlamento

Qualcosa si sta muovendo per il Tribunale di Vigevano, soppresso dopo l'approvazione del D.Lgs. 7 settembre 2012, n. 156 pubblicato in Gazzetta Ufficiale 12 settembre 2012, n. 213. insieme ad altri 30 Palazzi di Giustizia in Italia. Un colpo di spugna da parte dello Stato, in nome della razionalizzazione delle spese, che non solo non ha prodotto i risparmi ipotizzati, ma ha creato disagi per le comunità e desertificato le città dove sono state soppresse le sedi di giustizia. Quella di Vigevano per riaprire il Tribunale e riavere la Procura, l’abbiamo sempre definita una battaglia di civiltà, di cultura e di giustizia. Una lotta che forse oggi sta dando alcuni frutti.

Una delle tante manifestazioni di protesta contro la chiusura del Tribunale di Vigevano

A distanza di sette mesi dal convegno organizzato a Vigevano (era il 30 luglio dello scorso anno) dove i rappresentanti regionali del centro-destra assicurarono un preciso impegno a sostegno della Proposta di legge al Parlamento per riaprire il Tribunale di Vigevano, unitamente alla Procura della Repubblica, registriamo una mossa importante da parte del Pirellone.

Il convegno svoltosi a Vigevano il 30 luglio scorso per confrontarsi sul Plp per riaprire il Tribunale di Vigevano e che ha visto la presenza dei consiglieri regionali Ruggero Invernizzi (Forza Italia), Roberto Mura (Lega), Franco Lucente (Fratelli d'Italia), del sindaco di Vigevano Andrea Ceffa e dell'avvocato Giuseppe Antonio Madeo, ultimo presidente dell'ordine forense cittadino

IN COMMISSIONE. «Proprio ieri mattina - afferma il consigliere regionale Ruggero Invernizzi (Forza Italia) - la presidente della Commissione permanente Affari Istituzionali, Alessandra Cappellari, mi ha confermato che il Plp sta per essere esaminato dall’organismo. E questo lo ritengo sicuramente un fatto positivo. La speranza - prosegue l’esponente degli azzurri - è che a breve possa essere esaminato in Commissione e nello spazio di un paio di mesi licenziato dal consiglio regionale e quindi inoltrato al Parlamento. Da parte nostra - conclude - posso assicurare che siamo tutti uniti e compatti nella battaglia a sostegno della riapertura del Tribunale di Vigevano».

Ruggero Invernizzi, consigliere regionale di Forza Italia eletto nel pavese

COINVOLTO IL CAPOGRUPPO LEGHISTA. In questa battaglia - stante anche la situazione di empasse dei mesi scorsi - il sindaco di Vigevano, Andrea Ceffa, ha coinvolto recentemente anche il capogruppo della Lega in consiglio regionale, Roberto Anelli. «Non sarà un intervento legato solo al Tribunale di Vigevano, ma anche per altre realtà che si sono viste chiudere i Palazzi di Giustizia. Certo - sostiene l’esponente del Carroccio -  da Vigevano sono arrivate in questi anni le maggiori sollecitazioni. La proposta era stata annunciata dai consiglieri alla presidente della Commissione in un recentissimo passato. Ora sono arrivate anche le nostre sollecitazioni e possiamo dire che l’iter verrà avviato».

«A breve la Proposta di legge al Parlamento sarà in commissione: non credo occorrano tante audizioni. Ipotizziamo - conclude Anelli - che una volta licenziato dalla Commissione, il Plp possa arrivare in aula per l’approvazione entro un paio di mesi. Siamo consapevoli, come lo sono tutte le Regioni in questi mesi si sono mosse in questa direzione, che non tutti i Tribunale verranno riaperti. Ma nel caso di Vigevano stiamo parlando di un’istituzione estremamente importante, la più grande e importante tra quelle colpite dalla legge del governo».

Roberto Anelli, capogruppo della Lega in consiglio regionale

SITUAZIONE SBLOCCATA? «Il Plp deve essere mandato avanti - dice il sindaco di Vigevano, Andrea Ceffa - e su questo ho avuto importanti assicurazioni da parte del capogruppo della Lega in consiglio regionale, Anelli, che ho contattato nei giorni scorsi. Sono convinto che siamo riusciti a sbloccare la situazione. Ora c’è un preciso impegno assunto a livello regionale».

Il sindaco di Vigevano, Andrea Ceffa. E' in carica dal settembre del 2020

LE PAROLE DELL’AVVOCATO MADEO. «Prendo atto con soddisfazione - sono le parole dell’avvocato Giuseppe Antonio Madeo, ultimo presidente dell’ordine forense cittadino e da un decennio in prima linea nella battaglia per il nostro Tribunale - di quanto dichiarato dal sindaco Ceffa e dall’onorevole Anelli e dall’onorevole Invernizzi a proposito del fatto che finalmente verrà avviato l’iter per giungere all’approvazione della Proposta di Legge Parlamentare di iniziativa della Regione Lombardia sulla scorta della bozza trasmessa al sindaco e al consigliere Invernizzi prima del convegno del 30 luglio 2021. Soddisfazione che deriva dal fatto che le continue sollecitazioni al sindaco e al consigliere regionale Invernizzi, sembra che stiano per concretizzarsi».

«Mi auguro - conclude l’avvocato Madeo - che ora non si perda ulteriore tempo, tenuto conto che il Plp approvato da altre regioni, vedi Abruzzo, Marche, Toscana e Campania, è già in Commissione Giustizia del Senato, mentre per Sicilia e Calabria si attende solo il voto in consiglio regionale. Voto che presumo sarà sicuramente favorevole. Ovviamente, per  eventuali audizioni, sono a disposizione della Commissione regionale».

L'avvocato Giuseppe Antonio Madeo, ultimo presidente dell'ordine forense cittadino ed ex presidente della commissione consiliare speciale per la riapertura del Tribunale di Vigevano

Il Plp prevede la riapertura di Tribunale e Procura con costi di funzionamento a carico di Regione ed Enti locali. Allo Stato restano solo le spese per magistrati, polizia giudiziaria e amministrativi.

LA CHIUSURA NEL 1923 E LA RIVOLTA DEI VIGEVANESI

Martedì 23 settembre 2014. Splende uno degli ultimi soli settembrini, ma in città c’è una grossa nube nera. Che si addensa alle porte del cuore di Vigevano. Le squadre di operai di un’impresa di traslochi sono all’opera dall’alba per ultimare le operazioni. Questa volta è davvero la fine.

Le operazioni di trasloco dal Tribunale di Vigevano iniziate nel settembre del 2014

Il Tribunale di Vigevano viene liberato dalle ultime cose (anche se negli scantinati continuerà a rimanere l’archivio. Veniamo usati come una sorta di deposito. L’ennesima beffa) che prendono la direzione di Pavia. La Procura era stata “liberata” qualche settimana prima. Vigevano subisce l’ennesimo scippo. Un’altra istituzione che abbandona la città, prendendo la direzione del capoluogo.

Le operazioni di trasloco si conclusero il 23 settembre del 2014

Come ricorda in diverse occasioni l’avvocato Giuseppe Antonio Madeo, ultimo presidente dell’ordine forense cittadino che andrà a fare parte, pure lui, di quello pavese, non è la prima volta che Vigevano perde il suo Tribunale. Era accaduto nel 1923 e lo stop all’attività giudiziaria venne decisa da un Regio decreto. E sempre un Regio decreto ne dispose la riapertura nel settembre del 1933, dieci anni dopo (anche se l’inaugurazione ufficiale avvenne solo a febbraio dell’anno successivo).

La criminalità ringrazia: lo striscione di una delle tante manifestazioni di protesta che hanno visto scendere in piazza avvocati e personale di Palazzo di Giustizia

«A Vigevano - aveva ricordato anche recentemente l’avvocato Madeo - ci furono delle pressioni fortissime, ma soprattutto persone che non mollarono mai. E per certi versi la situazione era più disastrosa dell’attuale: nel ‘23 avevano addirittura spezzettato il territorio con una parte della Lomellina dirottata su Pavia e l’altra su Casale Monferrato. Qui non si deve, oggi, fare una battaglia contro Pavia. Le battaglie “contro” sono perdenti in partenza. Occorre fare una battaglia per Vigevano, che necessita di avere un Tribunale e una Procura, un punto di legalità e giustizia in una realtà e in un territorio dove esiste un concreto allarme sociale. Per questo è necessario, oggi, ricompattarci, tutti, forze sociali, economiche e politiche, nell’interesse della città e del territorio. E servono azioni forti, dirompenti». Non certo una politica cieca, sorda e muta. Vigevano deve cercare di attivare canali politici, senza distinzione di colore.

Vigevano, il dibattito sulla riapertura del Tribunale

L'introduzione del direttore de "L'Informatore", Mario Pacali e del sindaco di Vigevano, Andrea Ceffa. 

Vigevano, il dibattito sulla riapertura del Tribunale/2

L'intervento dell'avvocato Giuseppe Antonio Madeo, da sempre in prima linea in questa battaglia.

Vigevano, il dibattito sulla riapertura del Tribunale/3

L'intervento del consigliere regionale di Forza Italia, Ruggero Invernizzi.

Vigevano, il dibattito sulla riapertura del Tribunale/4

Anche Fratelli d'Italia offre sostegno alla battaglia. L'intervento del capogruppo in Regione, Franco Lucente.

Vigevano, il dibattito sulla riapertura del Tribunale/5

L'intervento del consigliere regionale della Lega, Roberto Mura.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400