Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

VENTI DI GUERRA

La Russia attacca l'Ucraina, «noi rifugiati nell'ambasciata italiana, non sappiamo quando potremo tornare a casa»

Cristiano Zanus Fortes era arrivato a Kiev due giorni prima, insieme alla compagna, coreografa di una compagnia teatrale di Verona

Mario Pacali

Email:

mario.pacali@ievve.com

24 Febbraio 2022 - 17:42

La Russia attacca l'Ucraina, «noi rifugiati nell'ambasciata italiana, non sappiamo quando potremo tornare a casa»

Solo poche ore prima dell’attacco, aveva postato sul proprio profilo “fermate questa follia”. Lui è Cristiano Zanus Forte, che molti sportivi appassionati di basket ricorderanno. Ex pivot della Varese della stella, Cristiano era arrivato qualche giorno prima a Kiev, a seguito della compagna, coreografa di una compagnia teatrale veronese che aveva in programma per questa sera una prima esibizione al teatro di Lviv.


«Ci troviamo nell’ambasciata italiana. Stiamo bene e siamo in attesa di capire come tornare a casa», ha scritto su Fb agli amici. Gli aeroporti sono chiusi, ad oggi non esiste uno spiraglio o una certezza su come lasciare il cuore della guerra.

Il post pubblicato questa mattina sulla propria pagina Fb dall'ex cestista Cristiano Zanus Forte

«Tramite il teatro per cui siamo qui - ha poi aggiunto in un messaggio vocale che è riuscito ad inviare in mattinata alla redazione di Varesenoistamattina dovevamo andare a Lviv ma è tutto bloccato. Abbiamo deciso di venire in ambasciata, dove stanno decidendo come potranno farci tornare perché in questo momento c'è un attacco in corso e non è sicuro andare in giro».

Cristiano Zanus Forte con la maglia dei Roosters Varese con la quale ha conquistato il decimo scudetto della storia della società lombarda


«Siamo in un luogo sicuro, stiamo aspettando aggiornamenti. L’ambasciata ci ha accolto immediatamente  il responsabile della cultura che lavora qui e tutti gli altri sono molto efficienti e premurosi. Però, ovviamente, bisogna capire l'evolversi dell'attacco e quali sono le intenzioni dell'esercito russo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400