Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

VIGEVANO

Dolce Positivo raddoppia, aperto il nuovo punto al "Ducale”. VIDEO

La cerimonia di inaugurazione, gli scopi del progetto sociale

Davide Maniaci

Email:

dade.x@hotmail.it

01 Aprile 2022 - 10:09

Dolce Positivo raddoppia. Il progetto di inclusione sociale sottoforma di bar, gelateria e pasticceria ha aperto anche negli spazi del centro commerciale Il Ducale presso il supermercato Ipercoop. L’inaugurazione è stata giovedì scorso. Una data in coincidenza con il quarto compleanno dell’apertura del locale di corso Vittorio Emanuele II e con la ricorrenza della Giornata europea del gelato artigianale. Il locale al Ducale, più piccolo di dimensioni, non fa servizio bar ma è dedicato alla produzione e vendita di gelato artigianale e derivati e alla vendita di biscotti e torte artigianali realizzati nel laboratorio di corso Vittorio Emanuele II.

Il momento del taglio del nastro per il nuovo punto di Dolce Positivo


Dolce Positivo è la realizzazione del service “GELATERIA SOLIDALE”, ideato dal Rotary eClub 2050 nell’anno 2016, con lo scopo di offrire concrete opportunità di lavoro a persone con disabilità intellettiva. Il progetto è stato realizzato grazie ad una sovvenzione globale approvata dalla Fondazione Rotary nel 2017, con il Rotary club San Marino quale co-promotore e con il supporto del Distretto 2050 e del Distretto 2072, che hanno consentito di acquistare i macchinari e le attrezzature per la produzione e la vendita del gelato. Grazie ad ulteriori e significativi finanziamenti della Fondazione di Piacenza e Vigevano e della Fondazione Comunitaria di Pavia, è stato possibile subentrare nella gestione di un ampio negozio in posizione centrale a Vigevano, con un grande laboratorio sul retro, nonché di acquistare tutte le attrezzature necessarie per ampliare l’attività anche alla caffetteria e alla produzione e vendita di pasticceria artigianale. E ciò al fine di poter inserire un maggior numero di ragazzi, cui assicurare una continuità lavorativa per tutto l’anno.

Rossella Buratti e Giancarlo Pozzato, promotori di Dolce Positivo


Per la gestione dell’attività è stata costituita una cooperativa sociale di tipo B, la Cooperativa sociale Geletica Onlus. Tra i soci fondatori, vi sono genitori di ragazzi con gravi disabilità. Il supporto del Rotary eClub 2050 anche dopo l'inaugurazione del primo negozio è sempre proseguito, con il primario intento di garantire la prosecuzione dell’attività lavorativa del personale con disabilità. E alla finalità iniziale di offrire opportunità lavorative, si sono aggiunti ulteriori obiettivi, quale quello di realizzare una vera e propria integrazione sociale in favore dei ragazzi di Dolce Positivo, nell’ambito di una più ampia prospettiva di autonomia di vita, di formare professionalmente altre persone con disabilità, al fine di un loro inserimento presso altri esercizi del territorio nonché di contribuire alla presa di coscienza da parte della collettività delle potenzialità lavorative delle persone con disabilità, fornendo un modello per eventuali iniziative a sostegno delle persone svantaggiate.

Il taglio del nastro di Dolce Positivo è stato anche un momento di gioia


Oltre ai 6 ragazzi con disabilità intellettiva, soci lavoratori della Cooperativa, al personale normodotato e ai soci volontari, nel locale prestano attività persone con disabilità in qualità di stagisti, tirocinanti (in formazione o socializzazione), borse lavoro, in forza di specifiche convenzioni con scuole, istituti, fondazioni. Inoltre Dolce Positivo è meta di visite di scolaresche, costituendo spesso un primo approccio dei giovanissimi al mondo della disabilità, ed è stato oggetto di progetti di studenti delle superiori quale alternanza scuola lavoro ovvero di universitari per la partecipazione a bandi e concorsi. Grazie alla collaborazione con Coop Lombardia, che ha sposato la finalità sociale del progetto e da sempre attiva e sensibile sui temi riguardanti l’inclusione sociale, Dolce Positivo ha avviato un nuovo punto vendita a Vigevano, presso l’Ipercoop Il Ducale.

Lo staff al completo di Dolce Positivo che oggi si trova anche al centro commerciale Il Ducale

Il locale è dedicato alla produzione e vendita di gelato artigianale (26 gusti) e derivati. L’avvio di questa ulteriore attività è stata ideata dai volontari di Cooperativa Sociale Geletica onlus, Rossella Buratti e Giancarlo Pozzato, in collaborazione con Ettore Terribili, Funzionario Politiche Sociale di Coop Lombardia, con il sostegno del Comitato Soci Coop di Vigevano, con lo scopo di implementare il progetto di inclusione lavorativa.


I ragazzi di Dolce Positivo hanno infatti dimostrato come il lavoro costituisca il mezzo più idoneo per la realizzazione di un percorso di inclusione sociale e di autonomia di vita. Ci si è posti, quindi, e si è raggiunto l’obiettivo di offrire opportunità lavorative ad altre persone con disabilità intellettiva, a persone con disabilità fisica, nonché a persone con fragilità socio-economiche, assistite dalla Rete Fragilità del Coordinamento Volontariato Vigevano e dal Centro Antiviolenza di Vigevano- Cooperativa Kore. La realtà di Dolce Positivo attualmente comprende 28 persone tra soci lavoratori, stagisti, tirocinanti, borse lavoro, 5 soci volontari.


Questa nuova fase del progetto “Gelateria solidale” presso Ipercoop è finanziata da Fondazione Piacenza e Vigevano, Fondazione Comunitaria, Società Autostrade per l’Italia S.p.A., Carpigiani S.p.A. La presentazione dell’inaugurazione è stata affidata al noto comico vigevanese Stefano Chiodaroli.

Dopo il taglio del nastro, foto di gruppo di tutti i partecipanti all'inaugurazione di Dolce Positivo


Hanno illustrato il progetto Rossella Buratti e Giancarlo Pozzato, volontari di Dolce Positivo. Sono intervenuti per un saluto e un commento il sindaco di Vigevano, Andrea Ceffa, il vescovo monsignor Maurizio Gervasoni, il governatore del Distretto Rotary 2050 Sergio Dulio, la presidente del Rotary eClub 2050 Chiara Bertato Pilotto, il presidente di Fondazione di Piacenza e Vigevano Roberto Reggi, il consigliere di Fondazione Comunitaria Claudio Vese, il referente di Autostrade per l’Italia Franco Tonon, il funzionario politiche sociale di Coop Lombardia Ettore Terribili. Molto apprezzata l’esibizione alla batteria di Federico Silva, bravissimo musicista con sindrome di Down che aveva suonato anche all’inaugurazione del 2018. L’inaugurazione è stata anche l’occasione per presentare l’opera di Ale Puro realizzata sui vetri della struttura il giorno antecedente l’inaugurazione.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400