Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

VIGEVANO

Castello, in arrivo più di tre milioni di euro

Serviranno per riqualificare l'ala nord, una volta occupata dalla Braidense

Mario Pacali

Email:

mario.pacali@ievve.com

21 Aprile 2022 - 15:54

Castello, in arrivo più di tre milioni di euro

Tre milioni e 300 mila euro. In arrivo per giugno, nella prima tranche dei fondi per il piano di rigenerazione urbana che porterà complessivamente, nelle casse comunali, una quindicina di milioni di euro. Tre milioni e 300 mila euro che verranno investiti sull’ala nord del Castello, quella che sino a qualche anno fa ospitava l’emeroteca della Braidense. Quegli spazi andranno invece ad ospitare le Biblioteche civiche.

Andrea Sala, assessore ai lavori pubblici del Comune di Vigevano

Non si tratta di un semplice intervento di restauro e riqualificazione. «Indubbiamente - spiega l’assessore ai lavori pubblici, Andrea Sala - mettere mani al recupero della Braidense significa anche aver ottenuto il nulla- osta del Demanio, in un contesto storico che vede il Comune di Vigevano non solo impegnato nel confronto con Demanio, proprietario, e Sovrintendenza, per ottenere la titolarità del bene Castello, ma anche nella stesura di un piano di valorizzazione dello stesso che comprenda i vari step di interventi e le risorse da mettere in campo».

L'ala nord del Castello di Vigevano dove sino a pochi anni fa trovava spazio l'emeroteca della Braidense

E in tema di risorse, una contributo importante arriva dai fondi regionali per la rigenerazione urbana. Nel caso specifico tre milioni e 300 mila euro. Si tratta di dare vita ad un intervento di recupero e di riqualificazione degli spazi che sino a qualche anno fa erano occupati dall’emeroteca della Braidense. Spazi strategici che erano però preclusi al pubblico, visto che il materiale depositato a Vigevano non era consultabile. Oggi quel deposito è invece destinato ad una nuova funzione. «Sì, ospiterà le Biblioteche civiche, lasciando invece il Maschio, in attesa di avere ulteriori risorse nel tempo da investire per intervenire sull’intero complesso, come destinazione per esposizioni e convegni». I lavori, come spiega sempre l’assessore alla partita, verranno calendarizzati negli anni 2023 e 24. -

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400