Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

PAVIA

Ucraina, più di 500 bambini alla festa di Coldiretti al Castello Visconteo

Tra questi anche i piccoli in fuga dalla guerra ospitati negli agriturismi Terranostra. Lanciata la raccolta fondi in favore di Soleterre onlus ai mercati di Campagna Amica

Mario Pacali

Email:

mario.pacali@ievve.com

17 Maggio 2022 - 17:08

Ucraina, più di 500 bambini alla festa di Coldiretti al Castello Visconteo

Erano più di 500 i bambini provenienti dalle scuole di Pavia che hanno partecipato questa mattina alla grande festa finale organizzata da Coldiretti Pavia nel cortile del Castello Visconteo per la conclusione del Progetto “EduCA-Educazione alla Campagna Amica”. Alla giornata ha preso parte anche un gruppo di ragazzi ucraini in fuga dalla guerra, che ora sono ospitati insieme alle loro famiglie in un agriturismo di Coldiretti-Terranostra sotto l’egida della Prefettura di Pavia. E tutti insieme, dopo aver seguito una serie di laboratori organizzati dalle fattorie didattiche e dalle aziende agricole di Coldiretti Donne Impresa Pavia e di Campagna Amica Pavia, i bambini hanno composto con i loro corpi la parola PACE a caratteri cubitali, lanciando in alto i cappellini gialli e colorando il Castello di Pavia con un messaggio di speranza.

Una vera festa quella svoltasi oggi al Castello Visconteo di Pavia

 

Esposte nel cortile del Castello, infatti, stamattina c’erano anche le borse disegnate e colorate coi temi della campagna dai circa duemila bambini che quest’anno hanno partecipato al progetto di educazione alimentare nelle scuole organizzato da Coldiretti Pavia, seguendo in classe le lezioni degli agricoltori e degli esperti della più importante Organizzazione agricola pavese. “Da questo sabato le borse saranno in vendita nei mercati di Campagna Amica della nostra provincia – spiega Stefano Greppi, Presidente di Coldiretti Pavia – L’intero ricavato dell’iniziativa sarà devoluto a Soleterre onlus, che da oltre 20 anni si occupa di portare sollievo ai bambini ucraini che stanno soffrendo, non soltanto a causa della guerra”. Nel cortile del Castello Visconteo sono stati allestiti anche una serie di laboratori didattici: qui i bambini delle scuole pavesi hanno potuto cimentarsi con giochi formativi e attività ricreative. Dal laboratorio del miele a quello della pasta, dalla lezione sul riso a quella sul riciclo, dai segreti delle api e della cera fino a tutte le curiosità sul latte e sui formaggi, passando anche dalle lezioni di pet-therapy con i cani: tantissime le attività che i bambini delle scuole pavesi e i loro coetanei ucraini hanno potuto seguire stamattina, sotto la guida dei loro insegnanti e degli imprenditori agricoli di Coldiretti.

Tra i vari laboratori proposti da Coldiretti, anche quello del miele

 

Pavia, infatti, è al terzo posto in Lombardia per fattorie didattiche, con 24 realtà sparse per tutto il territorio provinciale che hanno scelto di accogliere scuole e gruppi scolastici o famiglie in sicurezza, offrendo percorsi didattici o ricreativi sull’ambiente rurale, il lavoro degli agricoltori, l’origine dei prodotti alimentari e la vita degli animali. “Nelle fattorie didattiche di Coldiretti i nostri bambini e anche i bambini in fuga dall’Ucraina trovano percorsi educativi che li aiutano a formare il gusto e l’attenzione alla distintività e alla biodiversità contro l’omologazione a tavola – spiega Silvia Garavaglia, responsabile di Coldiretti Donne Impresa Pavia – È per questo motivo che abbiamo voluto con forza questa festa: perché il progetto di Coldiretti Pavia sull’educazione alimentare è diventato cruciale negli anni passati e resterà tale anche in futuro, nella visione e nel lavoro quotidiano di Coldiretti assieme a quello degli agricoltori italiani”.

 

Questa rete di aziende agricole che hanno fatto dell’accoglienza ai più piccoli il proprio punto di forza – spiega Coldiretti Pavia – ha dato un contributo determinante alle famiglie in termini di accoglienza e di offerta di servizi socio-educativi nei momenti più bui della stagione pandemica. “Una rete che oggi, nella stagione segnata dalla guerra in Ucraina, è tornata a fare la sua parte, accogliendo bambini e famiglie fuggiti dalla guerra – spiega ancora il Presidente di Coldiretti Pavia – Anche grazie alla festa organizzata oggi nel cortile del Castello Visconteo di Pavia, infatti, tutti i bambini che hanno partecipato hanno potuto vedere dal vivo e toccare con mano l’importanza dell’agricoltura e il suo ruolo fondamentale, a partire dalla capacità di favorire l’inclusione e la solidarietà”.

Numerose le autorità presenti alla festa finale del progetto EduCA-EDucazione alla Campagna Amica di Coldiretti Pavia

 

Alla festa finale del Progetto “EduCA-Educazione alla Campagna Amica” di Coldiretti Pavia, insieme al Presidente di Coldiretti Pavia Stefano Greppi e al Direttore Antonio Tessari, hanno partecipato il Prefetto di Pavia Paola Mannella, il sindaco di Pavia Fabrizio Fracassi, il Commissario straordinario della Camera di Commercio di Pavia Giovanni Merlino, il Consigliere provinciale con delega all’ambiente Amedeo Quaroni, il Consigliere del Parco del Ticino Silvia Bernini, il Presidente di Terranostra Lombardia Massimo Grignani, la responsabile di Coldiretti Donne Impresa Lombardia Wilma Pirola e l’esponente di Soleterre onlus Silvia Boideff.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400