Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

tennis - serie a1

Selva Alta fa harakiri e va ai play-out

Ducali sconfitti in casa da Vicenza (2-4), mentre il Genova pareggia in Alto Adige

Angelo Sciarrino

Email:

angelo.sciarrino@ievve.com

21 Novembre 2021 - 16:23

Selva Alta fa harakiri e va ai play-out

A guardare dà proprio l'idea di una stagione nata sotto una cattiva stella, sperando ovviamente che il peggio sia già arrivato... Selva Alta si è di fatto condannata ai play-out consegnandosi oggi in casa (2-4) al fanalino di coda Vicenza, che finora nel girone di serie A1 aveva conquistato un solo punto, mentre il Tc Genova si è salvato andando a pareggiare 3-3 sui campi del Tc Rungg. Si pensava che gli altoatesini, ormai matematicamente ammessi ai play-off, lasciassero campo libero ai liguri, invece, nonostante le assenze di Gaio e del tedesco Ejupovic, il Rungg ha fatto il suo dovere, cosa che evidentemente non è stata in grado di fare Selva Alta, presentatasi con una formazione a dir poco rimaneggiata. Già data per scontata l'assenza di Hoang, rimpiazzato da Pospisil, a lui si sono infatti aggiunte le defezioni di Marcora e Baldi, iscritti al Challenger di Bari, e quella di Bega, che nei giorni scorsi ha colto al volo una grande occasione professionale. Il 30enne milanese, infatti, è diventato coach di Ajla Tomljanovic, la fidanzata di Matteo Berrettini, numero 42 Wta, e proprio oggi è partito per la Florida al fine di iniziare la preparazione per la prossima stagione.

Dopo l'ingiustizia subita per la squalifica di Hoang nel match con il Rungg, Selva si è sentita virtualmente condannata ai play-out, nonostante la vittoria di domenica scorsa a Genova lasciasse aperto uno spiraglio. Si pensava che tutto fosse nelle mani del Rungg, invece alla fine non è stato così, perchè oggi ai vigevanesi sarebbe bastata una vittoria per salvarsi. Da notare che nell'incontro d'andata Selva Alta si era imposta a Vicenza con un "cappotto" (6-0). Non sappiamo se si sarebbe potuto fare di più, certo che adesso la delusione è cocente. Selva Alta sarà costretta ad altre due partite da “dentro o fuori” sempre molto delicate, sperando che il sorteggio non sia così negativo e soprattutto di poter schierare la formazione migliore.

Venendo al match con Vicenza, nei singolari l'unico punto è stato conquistato da Davide Dadda, che ha battuto 62 75 Simone Fucile; niente da fare invece per Simone Camposeo, superato da Giovanni Peruffo (63 63), per Federico Lucini, arresosi al terzo set a Gabriele Bosio (61 46 63), e per Jaroslav Pospisil, cui non è riuscita l'impresa contro il tedesco Tobias Kamke (63 64). Nei doppi, ormai ininfluenti, Dadda-Camposeo perdevano al super tie-break da Bosio-Peruffo (46 61 103), mentre Conti-Ribolini avevano ragione di Zen-Bertuzzo (75 64).

Da notare infine che in Alto Adige, dopo il 2-2 dei singolari e saputo che Selva era sotto nel punteggio, a risultato ormai acquisito, Rungg e Genova hanno rinunciato a disputare i doppi, spartendosi un punto a testa attraverso due ritiri alla fine del primo game.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400