Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

tennis - serie a1

Selva Alta, un pareggio che vale oro

A Siracusa nell'andata dei play-out determinanti i successi di Pospisil e Camposeo

Angelo Sciarrino

Email:

angelo.sciarrino@ievve.com

28 Novembre 2021 - 22:16

Selva Alta, un pareggio che vale oro

Jaroslav Pospisil ha dato il primo punto contro Ingarao

Un “ace” alla sfortuna. Selva Alta pareggia a Siracusa la gara d'andata dei play-out e adesso, dopo tanta iella, i vigevanesi intravedono la salvezza. Il più sembra fatto, ma domenica prossima l'opera dovrà essere completata, sperando ovviamente di avere a disposizione il francese Antoine Hoang, oltre al pieno recupero di Filippo Baldi. Venerdì scorso nei quarti di finale del Challenger di Bari, avanti di un set con Vavassori, il vigevanese era stato infatti costretto al ritiro a causa di un improvviso dolore alla schiena. E quest'oggi appariva fin troppo chiaro che Filo non avrebbe potuto essere della partita. Una situazione che ha ulteriormente messo in allarme il team ducale che però ha trovato un apporto determinante da parte di Pospisil e Camposeo.

A Siracusa si doveva giocare all'aperto, ma le condizioni climatiche hanno costretto presto le squadre a rifugiarsi sull'unico campo al coperto, con conseguente slittamento di tutto il programma. Un'autentica maratona che si è conclusa dopo quasi dieci ore, una decina di minuti prima delle 22. Baldi scende in campo solo per “onor di firma” allo scopo di far scalare i compagni. Opposto da numero 2 ad Antonio Massara, il “match” dura lo spazio di un game, poi è scontato il ritiro del vigevanese. Tocca quindi a Jaroslav Pospisil affrontare da favorito Alessandro Ingarao, ma dopo pochi game, il ceco chiede medical time out per un problema alla coscia. Sarebbe stato il colmo un altro ritiro! Ma “Pospo” è una roccia, torna in campo e, dopo aver perso il primo set 63, approfitta del fatto che anche l'avversario è alle prese con qualche problema fisico, rimonta e vince a mani basse con un doppio 61.

Pospisil con il capitano Rossanigo

La partita tra numeri uno si risolve a senso unico a favore del tedesco Yannick Maden che “asfalta” (61 61) uno spento Roberto Marcora. E il confronto si mette decisamente in salita. Il match chiave diventa a questo punto quello che oppone i numeri 4, da una parte Simone Camposeo, dall'altra Ettore Zito. Il ducale parte bene, si porta avanti di un break, ma poi viene costretto al tie-break che perde 7 punti a 5. Nonostante il peso sulle spalle, Camposeo non si demoralizza, conquista il secondo set (63) e nel terzo parziale il secondo break è quello buono per andare a vincere (64). Inutile dire che è il punto che fa svoltare la partita.

La soddisfazione di Simone Camposeo

Il sorteggio dei doppi, una volta tanto, sorride a Selva Alta. E se Dadda-Camposeo poco possono contro Maden-Ingarao (61 61), stessa sorte tocca più o meno a Zito-Massara, superati 63 62 da Marcora-Pospisil. Si torna a casa domani mattina, ma con l'animo decisamente più sollevato...

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400