la commedia

Il Grillo in scena con "Due dozzine di rose scarlatte"

Sabato 2 e 9 febbraio al "Mussini" di Vigevano

Annalisa Vella

25 Gennaio 2019 - 16:17

Il Grillo  in scena con "Due dozzine di rose scarlatte"

Ritmi recitativi serrati che catturano l’attenzione degli spettatori, una spirale di equivoci creati da un testo incalzante, brillante, ironico ed intelligente, l’alternanza di momenti di puro ed effervescente divertimento ad altri di riflessione, l’interpretazione di attori molto affiatati tra loro, una scenografia accattivante sono gli elementi vincenti che rendono “Due dozzine di rose scarlatte” una pièce di un successo.

La commedia - gioiello della drammaturgia contemporanea italiana, scritta da Aldo De Benedetti per Vittorio De Sica - è stata attualizzata dalla compagnia teatrale Il Grillo per adeguare il linguaggio alla nostra epoca. La trama ruota intorno ad una coppia il cui matrimonio non è gratificante come si pensa: il marito distratto (Raffaele Parolisi) pensa di approfittare dell’assenza della giovane moglie (Maria Franca Mastrovito) in partenza per una vacanza, per riassaporare la libertà e magari avere nuove occasioni…. Ma l’arrivo in casa di un mazzo di rose scarlatte, in verità destinato ad un’altra, ed il biglietto amoroso ritrovato tra le foglie, induce la moglie a ritenere di avere un ammiratore segreto, il cui omaggio prima la lusinga, poi la fa sognare ed invaghire tanto da rinunciare alla vacanza desiderata. Il fedele ed imbranato amico della coppia (Giovanni Fotia) cercherà di sfruttare il momento per rendere palesi i suoi sentimenti con esiti buffi.
Accanto ai protagonisti Clelia Novella, Angela Pirrone e Michele Perelli punteggiano con le loro caratterizzazioni una vicenda basata su argomenti “evergreen” quali l’incomprensione tre i sessi, il grigiore della quotidianità, l’irrequietezza sentimentale, la mancanza di stimoli che genera insoddisfazione in ogni essere umano, che così non si rende conto che, spesso, il meglio della vita è a portata di mano.
La commedia, messa in scena con il contributo della Fondazione di Piacenza e Vigevano ed il patrocinio dell’amministrazione comunale di Vigevano, con la regia di Elena Crosio, si dipana tra esilaranti scambi di battute ed un gioco di situazioni e malintesi che aggroviglia il menage coniugale e che piacerà al pubblico fino all’epilogo inaspettato.
In scena al “Mussini”, a Vigevano, il 2 ed il 9 febbraio 2019 alle ore 21. Biglietto d’ingresso euro 10, ridotto euro 8. Il ricavato, come è consueto per Il Grillo, sarà destinato a realtà locali di tipo sociale.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Tempo libero

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Domenica al teatro Cagnoni

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

Al teatro Cagnoni

Riprendono le "Altre VisionI" al Movieplanet

Riprendono le "Altre VisionI" al Movieplanet

la rassegna

Vigevano Jazz: concerti gratuiti e grandi nomi

Gli organizzatori durante la conferenza stampa

Vigevano Jazz: concerti gratuiti e grandi nomi

dal 30 aprile

Dark Tales

Dark Tales

Dark Tales in concerto, il ritorno della new wave

Il gruppo post punk stasera, sabato, al circolo Pick Week

Jazz Festival Città di Mortara

Jazz Festival Città di Mortara

sesta edizione

Apre Falzone nel segno di Duke Ellington

Giovanni Falzone

Apre Falzone nel segno di Duke Ellington

Bià Jazz festival

Pop Art e dintorni nella Milano degli anni '60/'70

Il grande prestigiatore (Le avventure di Nessuno) del 1967 di Sarri

Pop Art e dintorni nella Milano degli anni '60/'70

milano pop

“Benedetta”: quando il teatro è vita

Margherita Cau e Federica Ciminiello

“Benedetta”: quando il teatro è vita

Al Cagnoni