l'arte dei comici

Così Alessandro Fullin rilegge la Alcott

Questa sera al Cagnoni“Piccole gonne”: l’autore lo definisce un “infeltrimento teatrale”

Davide Maniaci

01 Febbraio 2019 - 11:28

Così Alessandro Fullin rilegge la Alcott

L’autore Alessandro Fullin lo definisce un “infeltrimento teatrale”, una commedia tutta da ridere che rivisita un classico della letteratura per l’infanzia. Ma da “Piccole donne”, il romanzo ottocentesco di Louisa May Alcott, il titolo cambia in “Piccole gonne”. Una rilettura tagliente e ironica di un romanzo che alcuni definiscono “per sorelle”, altri “per zitelle”, presentata dal comico triestino al teatro Cagnoni nella serata di venerdì 1° febbraio.

Il primo dettaglio che apparirà evidente al pubblico sono i costumi di scena: Fullin e gli altri protagonisti reciteranno “en travestì”, in abiti femminili come nella più schietta tradizione Elisabettiana. Con un’unica eccezione: sarà proprio il pubblico che dovrà scoprire chi è l’intrusa, l’attrice Tiziana Catalano, su un palco già dominato da tanta femminilità. «Meglio vedere Fullin vestito da donna - anticipa in anteprima l’attore, gay dichiarato - che da uomo. Potrebbero scambiarmi per un eterosessuale e a me non piace portare in teatro la fantascienza. In questo spettacolo si ride molto e si riflette pochissimo. Sono onesto quando offro la mia minestra. Il mio scopo è solo quello di far passare due orette al pubblico con spensieratezza. Uscire con un sorriso da teatro: questa è la mia massima presunzione».

Piccole Donne: un libro classicissimo e forse invecchiato male. Come ha potuto ispirare Fullin? Perché venire a vederlo?
«Per me è invecchiato benissimo. Infatti ci ho fatto sopra uno spettacolo. Era il libro che noi della nostra generazione (io sono nato nel 1964) trovavamo in mano alle nostre sorelle. Talmente dolciastro da cariarti due molari alla quarta pagina. È stato bello farlo a pezzi con un po’ di ironia: non si è lamentato troppo. Riguardo al perché venire… Perché non ho abbastanza contributi per andare in pensione. Sarebbe una buona azione nei confronti di una signora che si avventura oramai nella terza età».

Mescoli con ironia nella trama la guerra di Secessione americana di metà 1860 con Obama, l’ex presidente. Si può far ridere anche con personaggi di attualità, non “storici”?
«Barack Obama in fondo ci racconta un’America ancora avvolta nel sogno americano. Dopotutto non diceva lui “Yes we can”? E la signora March, a dispetto delle figlie (una con una brutta tosse, l’altra stonata, Jo megalomane, Amy semplicemente detestabile) ha un grande bisogno di ottimismo».

La trama del libro è nota: la signora March, una madre estremamente apprensiva, deve sistemare le sue quattro figlie con matrimoni all’altezza delle sue aspettative. Purtroppo nessuna di loro ha molto da offrire a un giovanotto americano, nonostante la loro convinzione sia opposta. Ma la March non si darà per vinta…
Lo spettacolo, organizzato da Terry Chegia Gestioni, oltre a Fullin e alla Catalano annovera nel cast Sergio Cavallaro, Simone Faraon, Ivan Fornaro, Mario Contenti e Paolo Mazzini.
Secondo appuntamento della rassegna “l’arte dei comici”, al teatro Cagnoni venerdì 1 febbraio alle ore 21.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Tempo libero

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Domenica al teatro Cagnoni

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

Al teatro Cagnoni

Il jazz tra strade, piazze, vigne,  musei,  parchi e cortili

Il jazz tra strade, piazze, vigne, musei, parchi e cortili

dal 23 MAGGIO al 9 GIUGNO

Pitture e disegni di viaggio di Cesare Giardini

Pitture e disegni di viaggio di Cesare Giardini

la personale

Annullata la "Family Bike a Run" da Vigevano a Gravellona

Annullata la "Family Bike e Run" da Vigevano a Gravellona

causa maltempo

Bob Mintzer

Sotto le stelle del jazz: la rassegna termina col botto

Vigevano, il sassofonista e clarinettista Bob Mintzer si racconta prima del concerto di venerdì 17 in Cavallerizza

I disegni anatomici di Leonardo riprendono vita

I disegni anatomici di Leonardo riprendono vita

al Castello di vigevano

Al Cagnoni “Tardo qualche minuto” con il milanese imbruttito

Al Cagnoni “Tardo qualche minuto” con il milanese imbruttito

Ieri sera a Vigevano

Il vincitore dell'edizione 2019 del palio dei maiali di Cilavegna

Sagra Asparago, il rione Castello si aggiudica il palio

A Cilavegna