mostra fotografica

Nove artisti indagano il significato di "Itineris"

Dal 15 al 25 marzo a cura della Società Fotografica Vigevanese

Annalisa Vella

04 Marzo 2019 - 11:32

Nove artisti indagano il significato di "Itineris"

Venerdi 15 marzo alle 19 presso la Strada Sotterranea Nuova del Castello Sforzesco Vigevano, inaugura la mostra “Itineris ” a cura di SFV (Società Fotografica Vigevanese).

Nove artisti rivolgono la loro attenzione alla parola Itineris e al significato di percorso, cammino, viaggio. Ogni autore ci trasporta attraverso 8 scatti verso il proprio sentire e vedere. Dal viaggio inteso in senso tradizionale a percorsi nella memoria o incontri, Itineris è un tema aperto a interpretazioni personali e a significati diversi.


Concetta Cannata ci riporta con grande poesia e delicatezza, tra scorci insoliti, facendoci conoscere la Vigevano di quando era bambina.

Paolo Casazza esplora la memoria attraverso oggetti appartenuti al padre, un elegante lavoro che riporta al rigore dello still life.

Proseguendo con la carrellata di autori, troviamo Roberto Rizzi che, attraverso otto ritratti, ci documenta una parte dei suoi viaggi, fatti di incontri di persone che ha avvicinato nelle sue esplorazioni per il mondo ed alle quali ha regalato uno scatto; anche Alessandro Ricciardo attraverso il suo giro del mondo ci porta attraverso ad osservare analogie visive in luoghi differenti per abitudini e distanze, Massimo Lagorio espone un passaggio generazionale rappresentato dagli occhi, mentre le immagini di Simona Villa scavano tra i ricordi e le emozioni della sua vita fatta di natura.

L’occhio di Barbara Monzani esplora con creatività artistica il percorso di una lumaca che, metaforicamente, ci riporta al concetto di tracce e segni da lasciare; Nicola Palermo ci propone il territorio in un periodo dell’anno in cui la campagna offre immagini particolarmente suggestive che trovano contrapposizioni in elementi industriali che oggi piu’ che mai caratterizzano il panorama e non solo.

E’ un viaggio nel viaggio quello in treno di Consuelo Sala, un sottile invito alla relazione interpersonale attraverso la conoscenza ed il dialogo mentre, Valeria Vidari ci offre una straordinaria visione “astratta” di elementi naturali che ci portano altrove facendoci evocare immagini scattate dallo spazio.

La mostra resterà aperta fino a domenica 25 marzo con i seguenti orari: sabato e domenica dalle 11 alle 18

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

L'omaggio di Marco Clerici a Vito Pallavicini

L'omaggio di Marco Clerici a Vito Pallavicini

in musica

"Un'estate normale": il videoclip del nuovo singolo di Nek

"Un'estate normale": il videoclip del nuovo singolo di Nek

IL NUOVO SINGOLO ESTIVO

Oltrepo pavese, le 100 meraviglie (+1)

Oltrepo pavese, le 100 meraviglie (+1)

libri

Artisti pavesi omaggiano il Sommo Poeta

Artisti pavesi omaggiano il Sommo Poeta

Vuoi far parte dell’Orchestra Giovanile Ducale?

Vuoi far parte dell’Orchestra Giovanile Ducale?

l'iniziativa

Scuole di danza e palestre: a breve la riapertura

Scuole di danza e palestre: a breve la riapertura

pavia

Blue Rose Donna, l'associazione che tutela le donne vittime di violenza

Blue Rose Donna, l'associazione che tutela le donne vittime di violenza

san martino siccomario

Un corso di meditazione per gli studenti di Medicina

Un corso di meditazione per gli studenti di Medicina

pavia

Corso di laurea in Odontoiatria: l’importanza della pratica in presenza

Corso di laurea in Odontoiatria: l’importanza della pratica in presenza

pavia