Opening Cocktail il 10 aprile

Archizero presente al FuoriSalone con Platform

Presso Open in viale Monte Nero 6 a Milano

Annalisa Vella

09 Aprile 2019 - 11:39

Archizero è presente al FuoriSalone 2019 con Casa di Chicco-Concept Design di Michele Cazzani. Il progetto, selezionato dalla rivista Platform per il Best Italian Interior Design Selection 2018, rimarrà in mostra nella collettiva che si terrà presso Open dall’'8 al 14 aprile.

Un palazzo settecentesco nel centro di un’ elegante città Lombarda, all’interno di una corte “Sconta” profumata da rose bianche, questo è il contesto in cui si inserisce l’intervento di recupero di Archizero.

Casa di Chicco, è la più alta espressione della poetica di Michele Cazzani, da sempre la sua ricerca è quella di creare un dialogo tra le parti originali e preesistenti e i nuovi interventi da lui eseguiti. Un dialogo tra antico e contemporaneo che invece di annullarla ne enfatizza l’ utenticità, raggiungendo un’armonia quasi irreale tra i vari elementi.

L’intervento complessivo si sviluppa su due grandi direttrici, l’asse centrale generatore di nuove geometrie e l’asse verticale che collega i vari livelli della casa partendo da terra e poi via via attraversando ogni piano fino a sfondare il cielo. In questo modo, la luce diventa la protagonista del progetto architettonico. Attraverso grandi lucernari sapientemente posizionati, la luce naturale ne definisce ulteriormente i profili riverberando sui corpi e i materiali della casa, creando così una partitura ritmica e musicale che ne esalta la struttura. La grande vetrata della zona giorno è attraversata da un asse di luce che si affaccia sui due spazi verdi a ridosso dell’edifico, proiettando la casa verso l’esterno, separandola così dal vecchio sedime della parete esistente che pur privato della sua funzione, aumenta la spettacolarità del gesto architettonico.

II particolari di design rientrano nella progettazione generale con l’intento di un’armonizzazione complessiva, specchi anticati, vetro, ottone, pietra e legno formano un quadro astratto in cui gli elementi architettonici si rispecchiano e distorcendosi manifestano la loro potenza. La cucina a scomparsa disegnata da Michele, realizzata da Interno 53, rappresenta la sintesi della ricerca fatta sui materiali e sulle nuove tecnologie.

Il marmo è uno dei materiali più indagati dall’architetto Cazzani, il lavabo Neele da lui disegnato e realizzato da Franchi Umberto Marmi ne mette in luce la performance ammorbidendolo e plasmandolo come se fosse argilla, facendolo diventare quasi fluido. L’acqua, azionata da un sensore bagna tutta la parete verticale per scivolare nelle mani e dopo averle accarezzate scomparire poi nell’insenatura sottostante.

Orari: lunedì-venerdì dalle 9 alle 22; sabato e domenica dalle 9 alle 19.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Tempo libero

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Domenica al teatro Cagnoni

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

“Papà”, una commedia per le detenute-attrici

Al teatro Cagnoni

A Gambolò "La biblioteca ci sta un botto"

A Gambolò "La biblioteca ci sta un botto"

il cortometraggio

A Pavia arrivano i Boomdabash, Tiromancino e Roberto Vecchioni

A Pavia arrivano i Boomdabash, Tiromancino e Roberto Vecchioni

Una estate in musica

Il Monte Calvario a Cassolnovo

Il Monte Calvario a Cassolnovo

L'evento

Gran finale con Marina Massironi e Roberto Citran

Gran finale con Marina Massironi e Roberto Citran

Al teatro Lirico di Magenta

Fraschini: presentata la nuova stagione d'opera

Fraschini: presentata la nuova stagione d'opera

Pavia

A Gambolò va in scena la Passione di Cristo

A Gambolò va in scena la Passione di Cristo

Venerdì sera

I fuochi per Leonardo

I fuochi per Leonardo

Vigevano, si aprono le celebrazioni dedicate al Genio