Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

#Vigevano, il veterinario-scrittore lancia il crowfounding per il prossimo romanzo

Le storie di Zeno nel nuovo libro di Paolo Morabito

Una trama tra sport e giallo.

Davide Maniaci

Email:

dade.x@hotmail.it

29 Luglio 2019 - 22:06

PaoloMorabito

La scrittura come unica forma di evasione dai ritmi frenetici del lavoro. Paolo Morabito (nella foto), 50enne vigevanese, da più di 20 neurochirurgo e ortopedico per cani e gatti, ha già pronto il suo nuovo romanzo. S’intitola “Chi ha rubato l’aria al kite”. Ma di questi tempi per stamparlo ci vogliono i crowfounding, le raccolte di denaro su internet. «L’editore, Bookabook - spiega Morabito - propone una nuova forma di talent scout, basata sulla capacità di trovare dei sostenitori che acquistino il libro o l’ebook in anticipo. Il primo obiettivo è arrivare 
a 200 copie affinché l’editore proceda alla realizzazione della copertina e alla stampa del manoscritto, oltre alla promozione. Al momento sono passati 30 giorni su 120 disponibili e ho avuto più di 100 pre iscrizioni, a quanto pare un bel numero».

Per acquistare subito il libro in anteprima, basta cliccare su http://bookabook.it/libri/rubato-laria-al-kite/

Il protagonista della storia è sempre lui, Zeno, uno sportivo che si trova immischiato in situazioni complicate. «Tensioni e apnee, tipiche di alcune pratiche sportive - è la trama - si alternano all’indagine originata da un insolito ritrovamento. Sullo sfondo un lago. Zeno e il commissario Francesca affrontano questa nuova avventura senza negarsi un bagno di sentimenti, vivendo le angosce crescenti legate alla ricerca di spiegazioni per ciò che è accaduto. Zed, Nia e Robin sono i fedeli amici a quattro zampe, che si trovano a partecipare attivamente».

Perché ha scritto questo libro?

«Avevo già all'attivo un romanzo, “L'aria di Sonia”. Ho scritto “Chi ha rubato l’aria al kite” perchè è semplicemente accaduto. Ho iniziato un viaggio senza accorgermene e per strada mi sono reso conto di quanto stessi bene. Dare vita a storie e poterle condividere genera gioia in me. Amo raccontare di sport, quindi perchè non ambientare un giallo-thriller immerso nel mondo del kitesurf, senza scordare una dimensione intimista dei personaggi, coi loro fedeli amici a quattro zampe. Scrivo da pochi anni, ho seguito alcuni corsi di scrittura e recentemente anche di racconti. Sto tentando di evolvere, di sviluppare uno stile meno semplice, meno diretto. Il primo libro attualmente non è disponibile in quanto è in finale ad un importante Torneo letterario (Ioscrittore), torneo dedicato a scoprire nuovi talenti, inizialmente eravamo circa 3000 partecipanti».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400