la festa

Al “Biat Matè”: una devozione lunga quasi 600 anni

Entrano nel vivo nel weekend gli appuntamenti liturgici nella chiesa di San Pietro Martire per le festività del Beato Matteo

Annalisa Vella

12 Ottobre 2019 - 08:36

Al “Biat Matè”: una devozione lunga quasi 600 anni

Dopo la settimana di predicazione tenuta da Padre Daniele Mazzoleni, frate domenicano come lo era il Beato Matteo, domenica e lunedì si susseguiranno le diverse celebrazioni, che vedranno i due principali momenti domenica mattina. Il primo alle 9,30 con la Messa del Volontariato, alla quale sono invitate tutte le associazioni di volontariato della città, che vede sempre una nutrita partecipazione del grande mondo della solidarietà locale, e il secondo alle 11 con il solenne Pontificale, presieduto da Mons. Vescovo, al quale partecipano le istituzioni e le autorità locali, con la presenza ufficiale delle contrade che nel pomeriggio in castello disputeranno il palio.
Durante tutta la domenica la chiesa di San Pietro Martire, vedrà un ininterrotto pellegrinaggio di fedeli che si recano a rendere omaggio all’urna del “loro” Beato.

Lunedì 14 ottobre, come è tradizione, ci sarà l’omaggio al Beato Matteo da parte di tutte le parrocchie cittadine, che si susseguiranno nelle celebrazioni liturgiche nello Scurolo in san Pietro Martire. Alle 11 di lunedì, in particolare, il solenne Ufficio Funebre per tutti i defunti della città celebrato da Mons. Zanotti, mentre nel pomeriggio alle 18,30 la solenne celebrazione conclusiva dei festeggiamenti, quando la contrada vincitrice del Palio renderà omaggio al Beato Matteo. Oltre le celebrazioni liturgiche, la ricorrenza del Beato Matteo ogni anno vede un instancabile pellegrinaggio dei vigevanesi che passano per una preghiera davanti all’urna del proprio patrono e che quest’anno potranno ammirare anche il Crocifisso quattrocentesco restaurato, che secondo la tradizione “parlò” al Beato Matteo.

Attorno alla festa patronale la parrocchia ha organizzato diverse iniziative di animazione e aggregazione, con la presenza di bancarelle caratteristiche nella piazzetta e la caccia al tesoro per i bambini il sabato pomeriggio (iscrizioni in loco prima della partenza) e la lotteria del Beato Matteo, i cui biglietti saranno venduti nelle giornate della festa.
Al “Biat Matè” resiste a tutti i mutamenti sociali e culturali. Una devozione che dura da quasi 600 anni,
ricordando che nel 2020 ricorrerà il sesto centenario della nascita del Beato Matteo. Una importante appuntamento, per il quale la parrocchia sta già organizzando eventi significativi.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Tempo libero

Odeon, la nuova stagione d’autore è alle porte

Odeon, la nuova stagione d’autore è alle porte

film d'autore al cinema

Esci dal guscio: fai teatro

Esci dal guscio: fai teatro

Abbiategrasso e Magenta

Ai Piccolini la 34esima edizione della sagra del raviolo casalingo

Ai Piccolini la 34esima edizione della sagra del raviolo casalingo

vigevano

Festa di San Bernardo: il falò per Berlic

Festa di San Bernardo: il falò per Berlic

La tradizione

"Vigevano Photo Friends", quarta edizione

"Vigevano Photo Friends", quarta edizione

mostra collettiva

"Bacco al Portone" con il gruppo "Zefiro Ensemble"

"Bacco al Portone" con il gruppo Zefiro Ensemble

A Vigevano

A Vigevano il "Rolling Truck Street Food Festival"

A Vigevano il "Rolling Truck Street Food Festival"

ieri l'inaugurazione

Brughiera in festa: il grande spettacolo pirotecnico

Brughiera in festa: il grande spettacolo pirotecnico

sabato sera

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Da Beethoven a Joaquín Rodrigo

Domenica al teatro Cagnoni