teatro moderno

Wow: Luca Bono tra magia e varietà

Tempo Moderno: questa sera (sabato) 75 minuti di puro divertimento per il via alla nuova stagione

Davide Maniaci

12 Ottobre 2019 - 08:27

Wow: Luca Bono tra magia e varietà

Numeri basati sullo stupore, battute fulminanti e perfino un momento dello spettacolo dedicato... a svelare i trucchi. Settantacinque minuti di puro divertimento. I colpi di scena di “Wow - Tra magia e varietà” sono anche più del previsto. Sarà una “strana coppia”, il campione italiano Luca Bono e il maestro di illusionismo Marco Aimone ad aprire la stagione Tempo Moderno questa sera, sabato 12 ottobre, alle ore 21 al teatro Moderno di via San Pio V a Vigevano.

La spontaneità e l’immediatezza del giovane e talentuoso Luca Bono, un ragazzo normale capace di realizzare cose eccezionali, si alternerà all’ironia e all’esperienza di Marco Aimone, in un cocktail di piccole e grandi illusioni, battute e improvvisazione in grado di stupire, sorprendere e divertire in un vorticoso susseguirsi di frame magici imprevedibili. Bono sarà assistito da Sabrina Iannece. «Il fatto di vedere tutti i giorni cose incredibili sul nostro smartphone oppure al cinema - aggiunge Bono - non è minimamente paragonabile con la sensazione di stupore che si prova vedendo uno spettacolo di magia dal vivo. Non ci sono “filtri” in mezzo (come può essere
lo schermo di un telefonino), nè dubbi sulla veridicità di quello che è stato ripreso. L’impossibile avviene proprio davanti ai vostri occhi. Insieme a Sabrina proporrò a Vigevano alcuni numeri basati sullo stupore; Marco Aimone, con cui divido la scena, oltre ad essere un eccezionale prestigiatore, avrà anche il compito di far ridere gli spettatori, attraverso giochi di magia e battute fulminanti... Non mancherà un momento dello spettacolo dedicato allo “svelare i trucchi”. Vi aspettiamo per scoprirlo!». Per questo, come ha spiegato Bono (classe 1992, torinese, talento cristallino), l’invito è esteso soprattutto agli adulti. Per un’ora e mezza dimenticheranno i problemi e le preoccupazioni della vita
quotidiana e uscirà finalmente il bambino che è in loro. «Sono diventato
mago per caso proprio durante l’infanzia - conclude - dopo un incidente sul go-kart. Durante il ricovero in ospedale mio fratello veniva in ospedale a trovarmi e per distrarmi mi proponeva piccoli giochi di magia. È stato lui il
primo maestro. Poi ho conosciuto il Circolo Amici della Magia di Torino, di cui Marco Aimone è il presidente, dove ho scoperto un vero e proprio mondo: lì ho incontrato Arturo Brachetti che è diventato poi il mio direttore artistico».

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Al Collegio Ghislieri  la consegna delle medaglie d'onore alla memoria dei deportati

Al Collegio Ghislieri la consegna delle medaglie d'onore alla memoria dei deportati

giorno della memoria

A Bottega Iucu si prepara la mostra dedicata alla Necchi

Andrea Iucu

A Bottega Iucu si prepara la mostra dedicata alla Necchi

a pavia

Posata a Mede una pietra d'inciampo in ricordo di Carlo Nipoti

Posata a Mede una pietra d'inciampo in ricordo di Carlo Nipoti

giorno della memoria

Arance della Salute: sabato 25 gennaio in oltre 3.000 piazze

Arance della Salute: sabato 25 gennaio in oltre 3.000 piazze

l'iniziativa di airc

Sartirana dedica una piazza a Fausto Coppi

Sartirana dedica una piazza a Fausto Coppi

il campionissimo

Commercio provinciale, bilancio 2019 e aspettative 2020

Commercio: bilancio 2019 e aspettative 2020

pavia

Inaugurati presso la casa di riposo Pertusati  quattro alloggi protetti per anziani

Inaugurati presso la casa di riposo Pertusati quattro alloggi protetti per anziani

pavia

via all'operazione "Un ramino per il Castello"

Via all'operazione "Un ramino per il Castello"

lomello

Gambolò: scontro auto-suv, il video dei soccorsi

Gambolò: scontro auto-suv, il video dei soccorsi

L'incidente