l'evento

Il birdwatching difende la natura

All’Oasi Lipu Bosco del Vignolo, domenica 4 ottobre

Annalisa Vella

30 Settembre 2020 - 17:51

Il birdwatching difende la natura

Due giornate dedicate al birdwatching, per conoscere la migrazione degli uccelli selvatici e segnalare eventuali minacce che incombono sugli habitat.

Due giornate dedicate al birdwatching, per conoscere la migrazione degli uccelli selvatici e segnalare eventuali minacce che incombono sugli habitat, come l’inquinamento da plastica, la presenza di rifiuti, atti di bracconaggio o l’uso di mezzi non autorizzati. Si svolgerà sabato 3 e domenica 4 ottobre la nuova edizione dell’Eurobirdwatch, il più importante evento dedicato al birdwatching organizzato da BirdLife Europa e, in Italia, dalla Lipu- BirdLife Italia.

Oltre 50 eventi (programma completo su www.lipu.it) si svolgeranno nelle oasi e riserve gestite sul territorio nazionale e in altre aree protette scelte dai volontari delle delegazioni per la presenza di uccelli selvatici, come zone umide, fiumi, aree costiere.

La migrazione autunnale sarà protagonista dell’appuntamento: terminato il periodo di nidificazione, e involati i giovani, gli uccelli si apprestano a partire per passare l’inverno in aree più calde, per poi ritornare nel nostro Paese in primavera.
Le osservazioni raccolte durante l’Eurobirdwatch del 3 e 4 ottobre dai coordinatori della Lipu insieme ai partecipanti, e uniti ai dati provenienti da tutta Europa grazie al coordinamento di BirdLife Slovacchia, forniranno un quadro completo della migrazione degli uccelli in Italia e nel continente europeo.
Tra le specie più facili da vedere ci sono aironi, rapaci, cicogne, limicoli (uccelli tipici delle acque
basse) e passeriformi. All’Oasi Lipu di Carloforte, in Sardegna, si potrà ancora ammirare il falco della regina, mentre i fenicotteri saranno presenti in gran numero nelle grandi zone umide come le valli di Comacchio, le aree umide siciliane (tra cui la Riserva Saline di Priolo) o le saline di Margherita di Savoia. Nelle regioni meridionali invece ancora visibili le rondini, in migrazione verso l’Africa dopo la lunga stagione di nidificazione nei nostri territori rurali. In questo periodo i birdwatcher più esperti possono osservare anche specie rare, come quelle registrate nelle ultime edizioni dell’Eurobirdwatch: smeriglio, casarca, passera lagia e anatra marmorizzata sono solo alcuni esempi.

Migrazione ma anche tutela degli habitat naturali: durante l’Eurobirdwatch i partecipanti
saranno chiamati a segnalare eventuali problemi come la presenza di inquinamento da plastica o rifiuti, il transito di veicoli non autorizzati e conseguenti fenomeni erosivi, atti di bracconaggio, presenza di cani vaganti, arrampicate sportive e altre attività o situazioni che costituiscano una
minaccia agli ambienti naturali e alle specie di uccelli.

“L’evento è un’ottima opportunità per imparare a riconoscere gli uccelli, dagli aironi come nitticore
e garzette ai rapaci come il falco di palude e l’albanella reale, ma anche pettirossi, fringuelli e luì
piccoli: in tutto circa 200 specie, tra specie in migrazione o erratiche - spiega Marco Gustin, responsabile Specie e ricerca della Lipu-BirdLife Italia - Quest’anno aggiungiamo al divertimento anche un’importante attività di conservazione della natura: chiederemo ai partecipanti di segnalarci la presenza, nei luoghi dove si recheranno, di inquinamento da plastica o rifiuti o di altre attività non consentite, tra cui atti di bracconaggio, che possono pregiudicare la conservazione degli habitat naturali e delle specie di uccelli selvatici”.

In Lomellina l’evento avrà luogo, come sempre negli ultimi anni, presso l’Oasi Lipu Bosco
del Vignolo, domenica 4 ottobre dalle ore 9. Saranno presenti parte della Delegazione Lipu di Pavia e alcuni dei migliori birdwatcher della provincia e non solo. Un’occasione rara di potersi confrontare con i migliori conoscitori del mondo alato, per scoprire e riconoscere specie selvatiche, per imparare qualcosa di nuovo sulle loro affascinanti vite, sulle migrazioni… L’evento è a donazione libera e a causa delle condizioni sanitarie vigenti a numero chiuso e prenotazione obbligatoria al numero 347.9442440 (Fausto, oppure al 3392703198, Giancarlo).

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Le poesie di Rodari sulle panchine decorate da Ale Puro

Le poesie di Rodari sulle panchine decorate da Ale Puro

a mede

Candia, ex statale riaperta a tempo di record

Candia, ex statale riaperta a tempo di record

Era stata danneggiata dall'esondazione del Sesia ad inizio ottobre

Rassegna stampa Informatore Vigevanese

Rassegna stampa Informatore Vigevanese

edizione 29 ottobre

Vigevano, in piazza al grido di "Libertà, libertà”

Vigevano, in piazza al grido di "Libertà, libertà”

I manifestanti si sono radunati attorno alle 19 davanti alla statua di San Giovannino

Vigevano, palestre e piscine: «costretti a chiudere in modo forzato»

Vigevano, palestre e piscine: «costretti a chiudere in modo forzato»

Vigevano, lo sport con il fiato sospeso per l'emergenza Covid 19

Covid 19: il grido d'allarme dei locali di Vigevano

Covid 19: il grido d'allarme dei locali di Vigevano

Abbiamo ascoltato la voce di alcuni esercenti

Vigevano, questa mattina la festa dei calzaturieri a Battù

Vigevano, questa mattina la festa dei calzaturieri a Battù

il video

Vigevano, inaugurata oggi in Castello la mostra "Il filo della storia"

Vigevano, inaugurata oggi in Castello la mostra "Il filo della storia"

Il video

Il passaggio da Vigevano della 19esima tappa

Il passaggio da Vigevano della 19esima tappa

ciclismo - giro d'italia