pavia

Il Sistema Museale di Ateneo dell’Università di Pavia festeggia la Giornata Internazionale dei Musei

Annalisa Vella

17 Maggio 2021 - 15:43

Il Sistema Museale di Ateneo dell’Università di Pavia festeggia la Giornata Internazionale dei Musei

PAVIA. Il Sistema Museale di Ateneo dell’Università di Pavia festeggia quest’anno il suo ingresso come membro istituzionale di ICOM (International Council of Museums) e propone per il 18 maggio una giornata di aperture gratuite e eventi speciali in occasione della Giornata Internazionale dei Musei promossa da ICOM. Il tema dell’edizione 2021, “Il futuro dei Musei: rigenerarsi e reinventarsi”, porta con sé la spinta al rinnovamento che sta animando anche i musei universitari pavesi. La giornata ICOM è l’occasione per dare a tutti la possibilità di ritornare fisicamente nei Musei per una semplice visita, per un’esperienza guidata o per una chiacchierata con chi da anni lavora con passione per rendere accessibili per tutti la scienza e il patrimonio culturale.


Il programma della giornata

Ore 17.00 - Museo Kosmos e Museo Camillo Golgi - Piazza Botta, 9
"Ma chi l’ha detto? Passeggiata dialogante in alcune sale di Kosmos e del Museo Golgi"
per scoprire come il Museo possa essere un eccezionale “pensatoio”. Non un luogo per osservare un passato statico e lontano, che poco ha a che fare con la nostra attualità, bensì una potente risorsa per imparare a indagare e vivere più consapevolmente il nostro presente, sapendo riconoscere le fake news, e costruire il nostro futuro.
Evento a cura di ADMaiora per ragazzi dai 12 anni e adulti, durata 60’ circa. Prenotazione obbligatoria sul sito www.admaiora.education tramite google form; possibilità di aggiungersi al momento in caso di posti disponibili. Massimo 15 partecipanti. Obbligatorio l’uso della mascherina.

Ore 18.30 - Giardino del Museo Kosmos - Piazza Botta, 9
"Attento a come parli! Perché parlare (bene) di scienza ci aiuta a diventare cittadini più consapevoli"
Incontro con Anna Odone (docente di Igiene e Salute Pubblica), Stefano Papi (educatore e divulgatore scientifico), Paolo Mazzarello (docente di storia della medicina). Modera Maria Grazia Piccaluga, giornalista
Infodemia. Così è stata definita l’abbondanza di informazioni, più o meno accurate, che rende difficile trovare fonti affidabili per orientarsi su un argomento che non si conosce. La scienza è in questo momento al centro del dibattito pubblico e tutti dobbiamo selezionare attentamente le informazioni per cercare di padroneggiare le nozioni scientifiche necessarie. Ma come farlo? Lo chiederemo a tre esperti che, a differenti livelli,
si occupano di comunicare la scienza e la salute: Anna Odone, docente di Igiene e Salute Pubblica, Stefano Papi educatore e divulgatore scientifico e Paolo Mazzarello, Presidente del Sistema Museale di Ateneo dell’Università di Pavia, medico e storico della medicina.
Prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti via mail prenotazione.musei @unipv.it o al numero 0382 986220

Ore 16 Museo per la Storia dell’Università Cortile dei Caduti – Sede Centrale dell’Università di Pavia, Corso Strada Nuova 65
Museo per la Storia dell'Università organizzerà il suo primo “Teatro degli oggetti”, dal titolo “Mostra & racconta”; oggetti appartenenti alle collezioni del Museo saranno esposti nel Cortile dei Caduti, in sede centrale dell’Università, e raccontati al pubblico, che a sua volta potrà unirsi allo staff del museo e sarà libero di partecipare e raccontare i propri oggetti speciali.
Chiunque abbia voglia di condividere un ricordo speciale, storie emozionanti, momenti bizzarri legati a oggetti di ogni tipo, forma o provenienza potrà liberamente assumere il ruolo di narratore e raccontare ciò che ha portato con sé ai visitatori e allo staff del Museo.
I soggetti dei racconti potranno essere i più vari: un vecchio strumento di tempi passati che non viene più usato, un oggetto curioso (antico o recente) raccolto durante un viaggio in terre lontane, un giocattolo a cui si è ancora affezionati… Sarà possibile mostrare l’oggetto dal vivo o, nel caso in cui il trasporto non sia possibile, anche solo una fotografia.
L’unica regola (oltre al rispetto degli astanti) sarà avere tanta voglia di condividere con gli altri una piccola parte della propria vita… e venire al Museo a raccontarla!
Parteciperanno attivamente all’evento il personale del Museo e la sua direttrice, Lidia Falomo, che saranno anche a disposizione del pubblico per rispondere a domande e curiosità sulla storia e sui personaggi che popolarono l’Università di Pavia.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Caratteri di Donna: il 18 e 19 settembre la premiazione del concorso

Caratteri di Donna: il 18 e 19 settembre la premiazione del concorso

pavia

Una targa per commemorare le vittime del Covid

Una targa per commemorare le vittime del Covid

pavia

Ripartenza scuole tra organizzazione pratica e buone prassi

Ripartenza scuole tra organizzazione pratica e buone prassi

pavia

Le foto dell'Archivio Trentani sotto il Ponte Coperto

Le foto dell'Archivio Trentani sotto il Ponte Coperto

pavia

L'omaggio di Marco Clerici a Vito Pallavicini

L'omaggio di Marco Clerici a Vito Pallavicini

in musica

"Un'estate normale": il videoclip del nuovo singolo di Nek

"Un'estate normale": il videoclip del nuovo singolo di Nek

IL NUOVO SINGOLO ESTIVO

Oltrepo pavese, le 100 meraviglie (+1)

Oltrepo pavese, le 100 meraviglie (+1)

libri

Artisti pavesi omaggiano il Sommo Poeta

Artisti pavesi omaggiano il Sommo Poeta

Vuoi far parte dell’Orchestra Giovanile Ducale?

Vuoi far parte dell’Orchestra Giovanile Ducale?

l'iniziativa